Contenuto sponsorizzato

Si apre Trentino Sport Days e 1.300 studenti si riversano a Riva per provare 44 attività sportive

Il primo giorno è dedicato alle scuole della Provincia di Trento. Odette Giuffrida, Giorgio Rocca, Laura Pirovano e tanti altri atleti sabato raccontano la vita da campioni. Tante le aree espositive nuove e innovative

Foto di Jacopo Salvi
Pubblicato il - 06 ottobre 2017 - 20:20

RIVA DEL GARDA. Circa 1.300 studenti della classe quinta di venticinque istituti provinciali sono arrivati oggi al Quartiere fieristico di Riva del Garda per la prima giornata di Trentino Sport Days in programma fino a domenica con orario dalle 9 alle 18 e ingresso gratuito (Qui programma completo).

 

"Siamo convinti - spiega Giovanni Laezza, direttore generale di Riva del Garda Fierecongressi - che la scuola giochi un ruolo fondamentale nella formazione sportiva. L'adesione così numerosa di tanti studenti trentini è un forte segnale di attenzione al tema sport come valore di vita da parte sia dell’Istituzione scolastica che delle famiglie".

 

Nel corso della tre giorni di Trentino Sport Days, iniziativa giunta alla seconda edizione, oltre a tutte le attività proposte nel ricco programma dell’evento, si svolgeranno numerosi incontri formativi volti proprio alla promozione della pratica sportiva, focalizzando l'attenzione su argomenti quali alimentazione, benessere psicofisico e l'approccio verso i più giovani, ma anche le diverse tipologie di allenamento, sicurezza sportiva e molto altro.

 

"Questa manifestazione - dice Paola Mora, presidente del Coni di Trento - è per noi un’occasione fondamentale per avvicinare sempre più persone, di tutte le età, al mondo sportivo. Coinvolgere così attivamente i più piccoli è una scelta che gioca un ruolo cruciale anche nel tessuto sociale della nostra Provincia: lo sport non è solo allenamento e medaglie. Lo sport è una scuola di vita".
 
Le Federazioni presenti in fiera sono 44, ognuna con una attività specifica pensate per l’occasione e sabato è da ricordare l'incontro con i campioni testimonial di Trentino Sport Days, come la campionessa olimpica Odette Giuffrida (judo), Silvia Bertagna (freestyle - slopestyle), Laura Pirovano (sci alpino), Michela Moioli (snowboard), Arianna Cau (snowboard & wakeboard), Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal (sci paralimpico), Nicolò Renna (windsurf), Mirco Montagni (mountain-bike), Giorgio Rocca (sci alpino), Gianluca Grigoletto (sci carving) e Marco Mariani (curling). 

 

"Numeri importanti - conclude Carla Costa, responsabile area fiere di Riva del Garda Fierecongressi - che confermano la validità di questa iniziativa, in grado di riunire lo sport trentino in un unico luogo. Se le Federazioni e le Associazioni sono il capofila del progetto, quest’anno abbiamo anche due progetti speciali, Sport Libera Tutti e Sport Security Days, che permettono di coinvolgere proprio tutti in Trentino Sport Days. La manifestazione in due anni è cresciuta, tanto da ampliare lo spazio espositivo e offrire ora una zona commerciale dove gli espositori, cito per esempio Decathlon e Sportler, incontrano il pubblico presentando attrezzature e abbigliamento tecnico acquistabili direttamente in fiera".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato