Contenuto sponsorizzato

E' Belluno a trionfare alle Olimpiadi invernali over 50

Sport invernali. Non mancano le curiosità nella kermesse organizzata in Paganella, come Paolo Bressan, 82 anni, alla sua prima Olimpiade invernale si è cimentato in tutte e quattro le discipline. Fausto Romano De Martin di Belluno è l’atleta più longevo con 88 anni

 

Pubblicato il - 05 febbraio 2018 - 11:26

ANDALO. E' Belluno a trionfare in quel di Andalo nelle Olimpiadi invernali dedicate agli over 50, manifestazione targata Associazione 50&Più.

 

Un risultato assicurato dalle medaglie di Maria Teresa Bianchi, oro con 62,50 punti e l'argento di Zambelli con 40 punti. Alle loro spalle Silvia Paola Chiaratti di Roma (34 punti).

 

I partecipanti si sono sfidati in quattro differenti discipline suddivise in categorie in base all'età: sci di fondo classico e pattinato, camminata di regolarità e doppia manche di discesa slalom.

 

Per la categoria assoluti uomini, il vincitore delle Olimpiadi invernali 50&Più è Paolo Bressan di Venezia con 73 punti, seguito da Giulio Constantini di Belluno (71 punti) e Piero Bertolani di Lucca (60 punti).

 

Non mancano le curiosità nella Ski Area Paganella, come Paolo Bressan, 82 anni, alla sua prima Olimpiade invernale, ma con ben cinque partecipazioni a quelle estive, che si è cimentato in tutte e quattro le discipline, mentre è l'88enne Fausto Romano De Martin di Belluno l’atleta più longevo

 

Classe 1930 e originario di Vigo di Cadore, Fausto Romano De Martin è l’atleta più longevo della seconda edizione delle Olimpiadi invernali di 50&Più, ha partecipato alla doppia manche di discesa slalom.

 

La squadra di Belluno vince il Trofeo 50&Più con 353 punti, secondo posto per Lucca (127 punti) e terzo posto per Venezia (89,50 punti). Il trofeo 50&Più, assegnato alla provincia vincitrice, sarà messo di nuovo in palio nella terza edizione delle Olimpiadi invernali e sarà assegnato definitivamente alla provincia che vincerà per 3 anni, anche non consecutivi, le Olimpiadi invernali. 

 

La seconda edizione delle Olimpiadi invernali di 50&Più ha anche assegnato le coppe per i migliori risultati a livello regionale. Con 501 punti la vittoria è andata al Veneto, secondo posto per la Toscana (164,5 punti) e terzo posto per l’Emilia Romagna (125 punti).

 

Questa seconda edizione ha registrato un incremento di iscrizioni e affluenza alle gare. Renato Borghi, presidente nazionale 50&Più, e Gabriele Sampaolo, segretario generale 50&Più, si congratulano con tutti i partecipanti che, con il loro entusiasmo, il desiderio di mettersi in gioco e la capacità di fare squadra, hanno dimostrato un forte spirito di aggregazione e trasmesso l'amore per lo sport. Salutata la II edizione delle Olimpiadi invernali, il prossimo appuntamento è con la XXV edizione delle Olimpiadi estive di 50&Più.

 

"Lo spirito di gruppo - spiega Alberto Perli, sindaco di Andalo - gareggiare e vivere assieme come avete fatto in questi giorni, è il modo migliore per tenere unite le persone, attraverso la socialità e il divertimento”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 07:01

L'assessora Stefania Segnana ha rassicurato che appena possibile, e compatibilmente con l'emergenza Covid-19, il servizio verrà riattivato. Ioppi: "Non si può aspettare nella migliore delle ipotesi l'ultimo momento per intervenire. In questo modo si sovraccaricano ulteriormente gli operatori". Fugatti risponde al Patt: "Trovare novelli difensori degli ospedali di valle, quando sappiamo benissimo quanto è stato fatto in 15 anni, ci fa un po' sorridere"

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato