Contenuto sponsorizzato

La Dolomiti Energia si prende altri due punti, Brindisi mai in partita e ko

Basket. Settimo successo nelle ultime otto gare per la truppa di Maurizio Buscaglia che continua la corsa ai playoff e conferma un grande girone di ritorno nel massimo campionato italiano 

Di Luca Andreazza - 08 aprile 2018 - 22:34

TRENTO. E' un dominio bianconero nel venticinquesimo turno di Serie A. La Dolomiti Energia domina la Happy Casa Brindisi. Alla Blm Group Arena finisce 85-68 per l'Aquila che incamera il settimo successo nelle ultime otto uscite, certifica un grande girone di ritorno e corre decisa per confermarsi tra le migliori otto d'Italia e strappare il pass per la post season.

 

Una gara a tratti spigolosa, ma che vede la Dolomiti Energia condurre le danze dalla palla a due fino all'ultima sirena. Mai in discussione. La difesa bianconera mette la museruola a Nic Moore (fermo a 10 punti) e riesce a limitare i terminali offensivi brindisini, da Scott Suggs (8 punti) a Donta Smith (13 punti), da Giuri (14 punti e top scorer della Happy Casa) all’esperto centro lituano Tautvydas Lydeka (9 punti).


Dopo un ottimo inizio, la Dolomiti Energia controlla e gestisce le sfuriate di Brindisi che si affanna per ricucire e restare in partita, ma a Trento basta poco, pochissimo, per accendere la luce e dare fuoco alle polveri per restare in orbita e mantenere la doppia cifra di vantaggio, spesso vicina al +16, forte della difesa, dei recuperi e della maggior presenza a rimbalzo.

 

Serata a forte trazione Shields (22 punti) Sutton (16 punti e 12 rimbalzi) e Gomes (16 punti, 7 rimbalzi e 3/7 da tre) per l'Aquila, ma brillano, e tanto, Forray (14 punti e 7 falli subiti) e Silins.(10 punti, 3/7 da tre e 5 rimbalzi).


Tra le note negative, la partita di Gutierrez, a bocca asciutta in diciassette minuti, poco lucido e spesso a incaponirsi alla ricerca del canestro, ma coach Buscaglia capisce il momento dopo l'infortunio, evidente la ricerca del messicano di certezze, fiducia e ritmo. Partita difficile anche per Hogue, gravato dai falli, già tre a metà gara per quindici minuti di incontro e quattro punti.

 

L'avvio della truppa di Maurizio Buscaglia è bruciante, il piede pigiato sull'acceleratore: la Dolomiti Energia dice subito 8-0 e Brindisi si rifugia nel time out. Trento spinge ancora e arriva anche sul +12, quindi l'Happy Casa ricuce, ma resta indietro, distante sei punti per il 21-15 dopo il primo quarto.


Il secondo parziale (25-15) si apre nel segno della tripla di Shields. La Dolomiti Energia viaggia come un treno e allunga, ma nonostante il vantaggio l'Aquila appare nervosa. A metà gara Hogue e Sutton hanno già tre falli sulle spalle e il finale di periodo vede gli animi particolarmente accesi.

 

Brindisi si avvicina, ma le difese si fanno ruvide e intense, dopo due minuti senza canestri Silins piazza la tripla, quindi Sutton schiaccia di potenza e esulta, troppo per gli arbitri e l'americano si prende un tecnico. Il tempo di un'azione e Forray recupera palla nella propria metà campo e si invola in contrattacco per prendersi un fallo antisportivo. Il palazzetto si infiamma e la Dolomiti Energia non tradisce il pubblico, accelera ancora e si porta sul +16 (46-30) all'intervallo lungo. 

 

L'Happy Casa è spalle al muro e il terzo periodo (16-23) è in altalena. Brindisi preme per restare in partita, mentre la Dolomiti Energia cerca di contenere e controllare la sfuriata. Trento si vede rosicchiare il margine, quindi ricostruisce il massimo vantaggio di +16 e nel finale la forbice si accorcia ancora per il 62-55. 

 

Nell'ultimo quarto (23-15) si riparte dal canestro di Tepic, quindi Silins arma il braccio da tre punti: ancora +10 e 65-55. Hogue e Flaccadori non sbagliano dalla lunetta per il 70-55 e Gomes schiaccia per il 72-56. Happy Casa reagisce con Smith e la prodezza di Morre da tre per 72-61 e time out Trento. Gli ospiti provano a riportarsi in quota, ma arriva una grandissima giocata di Sutton, fallo subito e tecnico fischiato alla panchina: arriva però uno 0/3 dalla lunetta e si rimane sul 78-65, mentre Suggs non sbaglia e infila la tripla del -10. La tripla di Gomes è una sentenza. Si chiude 85-68.


 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 agosto - 06:01
A preoccupare non solo il Covid ma i cambiamenti climatici stanno iniziando a presentare il conto al sistema sanitario. A livello nazione sono in [...]
Cronaca
14 agosto - 19:56
Il report è stato pubblicato dal Ministero dell'interno, un'operazione di trasparenza degli incassi degli enti locali derivanti dalle multe [...]
Cronaca
14 agosto - 20:10
Il conduttore di Paperissima Sprint e inviato biker di Striscia la notizia è stato vittima di una rapina a Los Angeles: "E' stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato