Contenuto sponsorizzato

Semifinale scudetto, Trento fallisce il primo assalto a Perugia

Contro Zaytsev e Atanasijevic i ragazzi di coach Lorenzetti giocano bene ma non basta. Alla fine gara-1 va ai favoritissimi umbri

Pubblicato il - 29 marzo 2018 - 22:43

PERUGIA. Battaglia doveva essere e battaglia è stata. Trento ha tenuto testa alla superfavorita al titolo Perugia e ha venduto carissima la pelle in trasferta giocandosi punto a punto il primo set e vincendo il secondo. Poi i manoni di Zaytsev e Atanasijevic hanno cominciato a martellare Chiappa e compagni dimostrando che solo una grandissima Trentino Volley potrà tentare di ostacolare la marcia dei ragazzi di coach Lollo Bernardi.

 

Trento, come detto, ha giocato e bene ma per fare risultato ci vuole qualcosa in più con gli umbri e quel qualcosa potrebbe arrivare già in gara-2 con la spinta del PalaTrento a caricare Lanza e compagni. La cronaca del match ha visto scendere in campo Giannelli-Vettori, Lanza-Kovacevic, Eder-Kozamernik, Chiappa libero mentre Bernardi ha risposto con Cecco al palleggio, Atanasijevic, Zaytsev e Berger, Podrascanin e Anzani al centro, Colaci libero.

 

L'avvio del primo set è stato tutto nel segno dei padroni di casa che con Podrascanin (muro, attacco e ace) scappano sul 2-5 costringendo i gialloblù a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa Trento entra di fatto in partita e con Kozamernik a rete e per mezzo degli errori di Atanasijevic in attacco si rifà immediatamente sotto (10-10), trovando anche in seguito due punti di vantaggio con Vettori (13-11, 16-14). Per decidere le sorti del primo set serve quindi un’altra battuta a segno di Atanasijevic (20-22), con la Sir Safety Conad che poi difende il break sino in fondo (23-25, errori di Vettori al servizio).

La Diatec Trentino non si lascia scoraggiare e torna in campo per il secondo parziale ancora più carica, acquisendo sempre più velocità (5-2, 7-4, 12-7) con i propri attaccanti di palla alta (Kovacevic su tutti) particolarmente efficaci. I gialloblù viaggiano sicuro verso l’1-1, mettendo in mostra un sontuoso Lanza e una coppia di centrali molto attenta a rete: 25-18 e immediata parità. 

 

Nel terzo set la Sir Safety Conad ritrova Atanasijevic (4-6); che entra definitivamente in partita spingendo i suoi al massimo vantaggio (10-16, 13-19). Nel momento più difficile i gialloblù tornano a crederci, lavorando bene col servizio di Eder e Kovacevic e capitalizzando le ricostruite con Lanza per il 20-22. La Diatec Trentino arriva sino al meno uno (22-23), prima di cedere sotto la pipe di Berger (23-25).

 

Il quarto set Trento riparte forte e riesce ad arrivare sul 10 a 12 conservando il +2 per molti giochi finché Perugia riaggancia il risultato 18 a 18 e poi 20 a 20 e 21 a 21. Poi Della Lunga piazza il vantaggio ma Vettori pareggia ancora. De Cecco dimostra che il giro palla ormai è a favore degli umbri che vanno a 23 e poi 24 e chiudono il colpo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 agosto - 12:52
Futura, con il consigliere Paolo Zanella, ha fatto richiesta di accesso agli atti al Comune di Modena per un confronto con lo schema di [...]
Politica
03 agosto - 11:52
Europeista, garante dell’autonomia ma anche ambientalista ed ecologista è questa la linea che emerge dal sondaggio condotto fra la base del [...]
Società
03 agosto - 11:17
Il presidente e altri membri della maggioranza leghista hanno trasformato la campionessa olimpica, compagna di regata del trentino, da Banti in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato