Contenuto sponsorizzato

Staffetta mista del biathlon a bersaglio, bronzo azzurro

Olimpiadi. Il quartetto della staffetta mista chiude in terza piazza. Francia oro e Norvegia argento. Gli azzurri sono Luisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Dominik Windisch e Lukas Hofer

Di Luca Andreazza - 20 febbraio 2018 - 13:46

PYEONGCHANG (Corea del Sud). Arriva il bronzo per la staffetta mista del biathlon. Francia, Norvegia e Italia il podio. Gli azzurri si confermano così in terza piazza dopo le Olimpiadi di Sochi.

 

Sono Luisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Dominik Windisch e Lukas Hofer a firmare la seconda medaglia nella disciplina in questi giochi invernali per l'Italia, l'ottava nel medagliere.

 

L'avvio targato Luisa Vittozzi è ottimo, perfetto. La prima frazione vede gli azzurri in testa. Nella fase centrale della gara Dorothea Wierer e Lukas Hofer tengono e permettono di arrivare all'ultima serie in grado di giocarsi le carte per strappare una medaglia. 

 

Nel frattempo la Francia prende il largo e la Norvegia si posiziona saldamente in seconda posizione. Gli ultimi bersagli sono tesi, ma Dominik Windisch non tradisce le attese e esce fianco a fianco dell'atleta tedesco. 

 

Gli ultimi cinquecento metri sono un testa a testa, si arriva in volata e l'azzurro non sbaglia strategia e chiude al terzo posto. La Germania resta così a bocca asciutta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 aprile - 19:34

Le vittime sono 4 donne e 5 uomini. Tra i decessi legati a Covid-19 anche Raffaele Zancanella, scario e ex presidente della Magnifica comunità, e il 28enne Lucjan Elezi. I contagi sono 2.671 in provincia

01 aprile - 20:40

Come anticipato dal ministro Roberto Speranza in Senato le restrizioni proseguono. Il premier: "Ci rendiamo conto che chiediamo uno sforzo e un sacrificio ma non siamo nelle condizioni di poter fare diversamente"

01 aprile - 18:04

Di fronte alle scorribande dell'orso più ricercato d'Italia, protagonista questo mese di danni ad arnie e malghe, dal mondo animalista arrivano gli inviti a non allarmarsi. La Lav Trentino: "Non c'è da allarmarsi, è un animale che sta lontano dalle persone. Bisogna fare investimenti per aumentare la prevenzione, che, come dimostrato in altri luoghi, funziona"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato