Contenuto sponsorizzato

La Ks Rent CercaSì Bolghera gioca solo per un set, Savigliano invece no: i piemontesi espugnano per 3 a 1 Sanbàpolis e ipotecano la promozione in A3. Sabato prossimo i trentini dovranno compiere un'impresa

In Piemonte la compagine di Tait dovrà vincere in tre o quattro set e poi imporsi anche nel golden set per conquistare il passaggio nella Terza Serie. In via della Malpensada la squadra trentina è super per un set, poi la ricezione va in tilt e Savigliano, trascinata dai mancini Ghibaudo e Bossolasco, prende in mano le redini del match e lo conduce in porto, dominando gli altri tre parziali

Un attacco di Cristofaletti contro il muro di Cuneo (foto Marco Trabalza - Ks Rent Bolghera).jpeg
Di Da.Lo. - 12 giugno 2021 - 23:41

TRENTO. Le parole al termine della gara del capitano trentino Mattia Consolini sono emblematiche: "Abbiamo fatto tutto in modo mediocre e in una finale non si può pretendere di vincere se si gioca così". Una sintesi perfetta, quella dell'esperto alzatore della Ks Rent CercaSì Bolghera, per commentare gli ultimi tre parziali della formazione trentina. Ma non è finita, perchè sabato prossimo la formazione del capoluogo proverà a ribaltare il risultato e, seppur alla luce di una prestazione non all'altezza delle precedenti, i margini ci sono.

 

Certo, servirà giocare in maniera molto diversa rispetto a stasera: la partita dei padroni di casa è durata, di fatto, un set, poi è stato Savigliano show con i mancini terribili della squadra piemontese che hanno fatto il bello e il cattivo tempo, mentre la Bolghera è crollata in ricezione, complici le prestazioni tutt'altro che perfette di entrambi i liberi.

 

L'apporto del pubblico del Sanbàpolis, quantificabile in circa 180 unità, non è bastato alla squadra di Tait per far valere il fattore campo con una squadra "quadrata", compatta e capace di difendere di tutto e di più. Insomma, un'avversaria solida ed equilibrata, con il regista Vittone bravissimo a chiamare in causa tutti i propri attaccanti. Alla Bolghera non è bastato il "solito" Boesso, che ha provato a caricarsi sulle spalle gli arancioneri, ma è stato contenuto egregiamente dal muro - difesa piemontese.

 

Nel primo set la Bolghera spinge subito (5-3) con Boesso protagonista, ma Savigliano non molla e, con Bossolasco e Ghio, si porta anche avanti (7-8). L'attacco e l'ace di Bressan, il mani e fuori di Boesso e un errore di Ghibaudo permettono ai trentini di piazzare il primo break (11-8). Hueller e l'ace di Cristofaletti cacciano a meno quattro gli ospiti (14-10) e, dopo il time out chiesto dal tecnico ospite, la musica non cambia. Bressan, Boesso e il muro di Cristofaletti scavano il solco: 19-13. Poi la Bolghera gestisce il cambio palla e ci pensa un "monster block" in lettura di Bressan su Gonella a chiudere i conti: 25-18.

 

Al rientro in campo la musica cambia subito con Savigliano che scappa (0-4 con pipe di Bossolasco e muro di Gonella). Cristofaletti (ace) prova a riportare sotto i suoi, ma i cuneesi picchiano forte e la ricezione trentina non tiene (2-7). Tait prova a cambiare libero, ma la musica non cambia (3-10). La Bolghera prova a rosicchiare qualcosa e ci riesce, passando dall'11-16 al 13-16. Set riaperto, ma per poco: Ghibaudo firma il nuovo più cinque (13-18), entra Iriti in regia e la Bolghera riesce  riportarsi a meno tre con l'ace di Bressan (18-21). Poi, però Savigliano firma l'ultimo break con Vittone che "smasha" a terra una ricezione lunga: 20-25.

 

Inizio all'insegna dell'equilibrio nel terzo venticinque, ma con una costante: in vantaggio c'è sempre la squadra ospite, trascinata da Bossolasco e Ghibaudo (4-6, 6-9 e 9-13). Le cose non cambiano nemmeno dopo il time out di Tait, che cambia ancora i liberi, ma entrambi sono in serata "no": 11-16. L'ennesima ricezione sbagliata spedisce la Bolghera a meno sei (12-18), poi gli ospiti perdono Dutto (infortunio ad una caviglia) e le cose sembrano cambiare. I trentini guadagnano terreno con Cristofaletti (ace), Bressan (muro) e l'errore del neoentrato Garelli: 18-20 e match riaperto.
Baratto stampa Ghibaudo ed è addirittura meno uno (19-20) ma, sul più bello, Thei sbaglia in ricezione e Savigliano mette a terra la ricostruita e poi Garelli fa ace proprio sul libero. Gonella "stampa" Baratto e l'errore al servizio di Boesso consegna il set ai piemontesi: 20-25.

 

Alla Bolghera serve un mezzo miracolo ma, nel quarto venticinque, Savigliano fa il bello e il cattivo tempo: Ghio firma l'ace del 0-3, poi arriva il punto dai nove metri (con l'aiuto del nastro) di Ghibaudo (1-5), che si ripete a stretto giro di posta (1-7). Il set è praticamente andato con la Bolghera che non riesce ad accorciare le distanze, complice una ricezione che ormai fa acqua da tutte le parti. Boesso è l'ultimo a mollare, ma non basta. Savigliano vince meritatamente.

 

Sabato prossimo ai trentini servirà una prestazione super. Niente d'impossibile, bisognerà giocare come contro Mantova, ma questa volta la pressione sarà tutta nella metà campo arancionera: a Savigliano basteranno, invece, due set per conquistare la promozione in serie A3.
 

Il tabellino.

 

KS RENT CERCASÌ BOLGHEA - GERBAUDO SAVIGLIANO 1-3

KS RENT CERCASÌ BOLGHERA: Bressan 8 (4a + 2m + 2b), Consolini 2 (2a), Cristofaletti 11 (6a + 2m + 3b), Hueller 9 (8a + 1m), Boesso 16 (14a + 1m + 1b), Baratto 7 (6a + 1m), Thei; Iriti 0, Delladio 0, Decarli 0, Pedrolli (L).

Ne: Nanfitò, Lai, Pedron.

Allenatore: Massimo Tait.

GERBAUDO SAVIGLIANO: Bossolasco 13 (12a + 1b), Ghio 8 (6a + 1m +1 b), Ghibaudo 19 (16a + 3b), Dutto 7 (7a), Gonella 11 (7a + 4m), Vittone 1 (1a), Rabbia (L); Garelli 5 (3a + 2b), Bergesio 0, Cravero 0.

Ne: Caula, Marocco, Manca, Calandri (L).

Allenatore: Roberto Bonifetto.

ARBITRI: Lops e Pettenello di Padova.

PARZIALI: 25-18, 20-25, 20-25, 17-25 (82-93).

DURATA SET: 25’, 26’, 28’, 24’ (totale 1h e 43’).

NOTE: spettatori 180. Bolghera: 40 punti in attacco, 7 muri, 6 ace; 9 errori in attacco, 7 infrazioni, 13 errore in battuta; 36% in attacco, 58% (32%) in ricezione. Savigliano: 52 punti in attacco, 5 muri, 7 ace; 15 errori in attacco, 0 infrazioni, 14 errori in battuta; 44% in attacco, 48% (27%) in icezione. Mvp: Ghibaudo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 agosto - 10:37
Prosegue senza sosta il lavoro del contingente trentino tra riunioni di coordinamento, attività di prevenzione e pattugliamento [...]
Cronaca
04 agosto - 10:15
Jerry è scappato di casa lo scorso venerdì 30 luglio. E' tutto verde con un ciuffetto giallo sulla fronte
Ambiente
04 agosto - 09:49
Alcuni attivisti “No-A31” hanno consegnato a nome della comunità di Terragnolo materiali informativi contro la grande opera [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato