Contenuto sponsorizzato

Calcio serie C. Il Trento espugna Gorgonzola nell'andata dei playout: salvezza più vicina. LE PAGELLE. Rete da 6,5 per Trainotti, per Osuji un errore che costa caro

Il Trento sconfigge la Giana Erminio nella gara d'andata dei playout. I gialloblù ribaltano l'iniziale svantaggio e vincono la partita a Gorgonzola

Foto di Trentino Tv
Di Federico Holneider - 07 maggio 2022 - 18:52

GORGONZOLA. Il primo round dei playout sorride al Trento che passa a Gorgonzola contro la Giana Erminio per 2-3. Dopo essere passati in svantaggio, i gialloblù segnano tre reti che portano la firma di Izzillo, Trainotti e Pasquato. I padroni di casa accorciano poi al 91esimo dopo un errore di Osuji in mezzo all’area. La gara di ritorno si disputerà sabato 14 maggio alle 16.30: in caso di parità nel risultato complessivo saranno i gialloblù a guadagnarsi la salvezza, complice il miglior posizionamento in campionato.

 

l tecnico gialloblu si affida al 3-5-2 con Marchegiani a protezione dei pali e terzetto difensivo composto da Dionisi, Trainotti e Carini; Galazzini e Oddi presidiano le corsie esterne con Belcastro, Caporali e Osuji in posizione centrale, mentre il tandem offensivo è composto da Pasquato e Bocalon.

 

La Giana comincia la partita con maggiore intensità e va vicina alla rete dopo soli cinque minuti. I padroni di casa riescono a passare in vantaggio al quindicesimo su un corner che trova la testa di Perico, agevolato dalla marcatura debole di Dionisi che se lo lascia sfuggire. Il Trento non demorde e quattro minuti più tardi è Osuji a provarci con il destro respinto dal numero uno avversario. Ma è ancora la Giana con il colpo di testa di Palazzolo a sfiorare la rete da calcio piazzato. Sorriso amaro per Pasquato al 24esimo, dopo che il suo sinistro violento sbatte su entrambi in pali percorrendo tutta la linea di porta: clamorosa occasione. La partita si addormenta ma i gialloblù provano a mettere fuori la testa nella metà campo avversaria senza però trovare il passaggio vincente.

 

Al 54esimo mister D’Anna prova a dare una scossa con l’inserimento di Izzillo al posto di Caporali. Il cambio si rivela azzeccato perché al 60esimo è proprio il numero 19 a segnare la rete del pareggio grazie all’assist rasoterra di Belcastro. Passano cinque minuti e un cross perfetto di Cristian Pasquato trova l’inserimento sul primo palo del capitano Andrea Trainotti che ribalta la partita.

 

Su un regalo della Giana, al 72esimo, Pasquato si divora la rete del possibile 3 a 1. Ruffo Luci e Bearzotti fanno il loro ingresso in campo un minuto più tardi rispettivamente al posto di Belcastro e Bearzotti. All’84esimo una ripartenza fulminea del Trento mette Pasquato in condizioni di saltare l’estremo difensore della Giana e segnare la rete del 3-1 che potrebbe significare il punto esclamativo sulla partita. La Giana però non ci sta e al 91esimo riapre tutto con la rete di Palazzolo dopo una palla sanguinosa persa in area da Osuji. La partita termina con un accenno di rissa tra le due squadre in campo, con Osuji particolarmente nervoso nei confronti di un giocatore avversario.

 

LE PAGELLE

MARCHEGIANI 6: mai impegnato e sul goal può far ben poco.
DIONISI 5.5: si perde la marcatura di Perico e le poche avanzate della Giana transitano dalla sua parte, ma ha il merito di avviare l’azione dell’3-1.

TRAINOTTI 6.5: rete pesantissima per il capitano che completa la rimonta.

CARINI 6: gioca una gran partita, ma si fa prendere in velocità da Palazzolo al 91esimo.

GALAZZINI 6: qualche sgasata sulla fascia ma pochi cross spendibili per le punte (72’ BEARZOTTI 5.5).

ODDI 5.5: partita al di sotto delle sue capacità, si lascia strappare il pallone facilmente in alcune occasioni e non riesce a sfondare.

BELCASTRO 6.5: suo l’assist per Izzillo che insacca in rete, ci mette la solita fantasia davanti (72’ RUFFO LUCI 7: assist pesantissimo per Pasquato).
CAPORALI 5.5: sottotono, viene ammonito per un brutto intervento a centrocampo (54’ IZZILLO 7: alla prima palla toccata trova il goal che svolta la partita).

OSUJI 5.5: palla sanguinosa che può costare cara quella persa nei minuti di recupero.

PASQUATO 7.5: trova nel primo tempo un doppio palo che sa di scherzo del destino, ma riesce poi a insaccare in rete grazia all’ottimo lavoro sulla linea del fuorigioco.

BOCALON 6: dopo la tripletta all’ultima è forse quello meno ispirato davanti (89’ BARBUTI s.v.).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 16 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 maggio - 15:13
L'allerta è scattata in Valsugana, a bruciare un macchinario di uno stabilimento industriale. Diversi i corpi attivati per gestire l'emergenza con [...]
Politica
17 maggio - 12:13
Alcune strutture del capoluogo sono in sofferenza dal punto di vista degli operatori. L'assessora Elisabetta Bozzarelli: "Da sempre questi sono i [...]
Ambiente
17 maggio - 11:16
In passato questa specie era nota con sicurezza anche sul monte Brione dove però dal 1996 non è stata più osservata, probabilmente a seguito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato