Contenuto sponsorizzato

Sinner si arrende ai problemi fisici e ad un super Medvedev, che s'impone in cinque set dopo quattro ore di lotta: il russo conquista la semifinale di Wimbledon

Nel terzo set l'azzurro deve ricorrere al Medical Timeout per problemi fisici: in mattinata aveva annullato l'allenamento di rifinitura. Dopo la sospensione torna in campo un po' più pimpante, ma non basta per battere il russo che gioca la sua miglior partita dell'anno

Pubblicato il - 09 luglio 2024 - 18:45

WIMBLEDON. Jannik Sinner si arrende ai problemi fisico e ad un super Daniil Medvedev che, al termine di una clamorosa battaglia durata 4 ore e 5 set, vince il quarto di finale: per il secondo anno di fila il russo accede alle semifinali di Wimbledon.

 

Il numero uno al mondo si arrende 7-6, 4-6, 6-7, 6-2, 3-6: per superare un Medvedev così serviva un super Sinner che, menomato da un problema fisico ("Mi gira la testa" ha detto ai sanitari e poi pare abbia chiesto un secchiello dove poter rimettere, se ce ne fosse stato bisogno), non è riuscito a sfornare una prestazione di quelle a cui ormai ci ha abituato.

 

Inizia a servire Medvedev con Sinner che parte forte (30-0), ma poi il russo entra in partita grazie alla "prima" (1-0). L'azzurro impatta subito (1-1), ma il numero 5 del mondo serve con percentuali alte, tenendo il servizio a zero (2-1). Jannik non è da meno (2-2).

 

Medvedev va ancora avanti (3-2), poi il fuoriclasse di Sesto deve ricorrere al falco per "sanare" un clamoroso errore dei giudici di linea (palla dentro di almeno 10 centimetri chiamata out) e chiude con un grande prima di servizio (3-3).

 

Il ritmo si alza, il russo guida (4-3), ma il numero 1 del ranking risponde subito (4-4, turno tenuto a zero). Medvedev serve alla grande (5-4), Sinner non è da meno con un dritto spettacolare e un ace (5-5).

 

Nessuno "scossone" e nessuna palla break: si arriva così al tie break (6-6). Nessuno dei due riesce a "scappare". Il doppio fallo di Sinner porta il russo al set point (6-5), che poi però commette due errori con il dritto e la situazione si ribalta (7-6): set point annullato da Medvedev, ma Jannik ne guadagna un altro con un super scambio (8-7). Trema il braccio al moscovita che commette un doppio fallo e il set è dell'azzurro: 7-6.

 

Partenza decisa al servizio di Sinner (1-0), Medvedev impatta nonostante commetta due doppi falli (1-1)Jannik va sotto 0-30 e 15-40 e il russo gli strappa la battuta e va avanti 2-1, consolidando il vantaggio (3-1) con l'altoatesino che sembra stanchissimo, quasi spossato.

 

Il parziale è già ad un bivio con l'azzurro che accorcia con fatica (2-3), ma dall'altra parte della rete il campione di Mosca è una macchina e tiene la battuta a zero (4-2). A comandare le operazioni è il russo che guadagna due palle break, ma poi subisce il ritorno di Sinner, che sigla quattro punti consecutivi e resta nel match (3-4). Però non basta: Medvedev va sotto ma si riprende e va 5-3.

L'azzurro utilizza il servizio e accorcia con due ace (4-5), ma alla prima occasione, il moscovita non sbaglia e impatta nel computo dei set: 6-4

 

Si riparte con Sinner che fatica ma tiene la battuta, ma Medvedev impatta subito (1-1) e poi piazza il break (2-1), con Jannik falloso, senza spinta sulle gambe, incapace di reagire.

 

Il fuoriclasse di Sesto chiede Il Medical Timeout e l'intervento di medico e fisioterapista. Il gesto della mano è eloquente: "mi gira la testa" dice il numero 1 al mondo, che entra negli spogliatoi assieme ai due sanitari.

 

Dopo 11 minuti l'altoatesino torna in campo, riprende la racchetta senza nemmeno rivolgere un cenno alla panchina e si riparte. Medvedev tiene il servizio a zero (3-1), ma Jannik resta in partita grazie anche ad un ace (2-3).

 

Sembra che il problema possa arrivare dallo stomaco: Sinner è evidentemente al limite (in mattinata ha annullato, per due volte, l'allenamento di rifinitura), ma tiene duro. Intanto il russo allunga ancora (4-2), ma l'azzurro non molla e, ai vantaggi, resiste al servizio (4-3). Nell'ottavo game prova a reagire e ad alzare i giri del motore, ma in questo momento non è nemmeno lontano parente dell'atleta perfetto che abbiamo ammirato decine di volte: il numero 5 del mondo tiene ancora la battuta (5-3).

 

Sinner pare stare un po' meglio: palla corta e pallonetto ed è 4-5. Medvedev va a servire per il set, ma Jannik ha una reazione pazzesca, tiene gli scambi lunghi e induce all'errore il russo. Contro break servito: 5-5. A cui segue - a stretto giro di posta - il vantaggio dell'altoatesino, che lascia a zero l'avversario: 6-5. Jannik è in ripresa, alza incredibilmente il livello dei colpi, Medvedev salva due set point e si salva con un ace: si va ancora al tie break. L'inizio è equilibrato (2-2), poi il russo allunga e, grazie ad un ace, conquista il parziale: 7-6.

 

La partita torna equilibrata. Anzi no, perché Sinner riparte fortissimo. Il primo game è di Medvedev, ma Sinner impatta subito e poi serve il break, complice qualche errore dell'avversario. Il vantaggio viene consolidato (3-1) e, a strettissimo giro di posta, arriva anche il secondo break (4-1). Medvedev non c'è più e al fuoriclasse di Sesto basta tenere il servizio nei successivi due game per portare a casa il quarto set e prolungare la contesa al quinto.

 

Un risultato già di per sé incredibile, vista come si era messa la situazione nemmeno un'ora prima.

 

Parte il quinto parziale con Sinner che non è certamente quello dei giorni migliori ma è "un altro" rispetto al secondo e terzo parziale. Medvedev conquista il game, Sinner replica, poi ancora il russo tiene il servizio. La partita cambia nel quarto game con il break servito dal moscovita che si porta 40-0 (con doppio fallo dell'altoatesino): l'azzurro annulla i primi due break point, ma poi deve arrendersi. 3-1 Medvedev.

 

Il russo consolida (4-1), Jannik accorcia con qualche sofferenza (4-2), ma al servizio il russo - semifinalista lo scorso anno - è una sentenza clamorosa: 5-2. Sinner serve per restare nel match e ci riesce lasciando a zero l'avversario (5-3), ma poi non c'è niente da fare perché Medvedev non perdona: 6-3 e il moscovita vola in semifinale.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 luglio - 13:24
Nella nuova ordinanza di abbattimento di Fugatti si legge parte della ricostruzione dell'incidente dove si ammette anche che la femmina di orso ha [...]
Cronaca
21 luglio - 12:43
La proprietaria di Cillian: "Sono stata ingannata per ricevere la ricompensa promessa e ho ricevuto segnalazioni che non hanno portato a [...]
Cronaca
21 luglio - 12:37
I referenti di Lav: "Chiediamo con forza il ritiro dell’ordinanza e l'immediata interdizione temporanea dei sentieri nelle aree dove si trovano [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato