Contenuto sponsorizzato

Non basta Rebora, la Vanzurova manda al tappeto Delta Informatica Trentino

Volley. La Trentino Rosa cade in quattro set contro la capolista Lardini Filottrano. L'opposto Vanzurova, mvp del match, schiaccia le trentine con 27 punti. Buona la prova di Rebora, autrice di 23 punti, ma non basta per portare a casa punti. Sabato gialloblù a Busto Arsizio

Coppi in azione (foto Alessio Marchi)
Pubblicato il - 08 dicembre 2016 - 20:18

TRENTO. Non è ancora tempo di saldi e infatti il Lardini Filottrano infila la nona vittoria consecutiva e supera al PalaBaldinelli di Osimo la Delta Informatica Trentino 3-1. Decisiva la partenza a razzo del sestetto di casa, che ha dominato la prima frazione, vincendo poi ai vantaggi il secondo set e incanalando così la gara sui giusti binari. Prova sopra le righe per l'opposto del Lardini, Tereza Vanzurova, capace di stampare a terra la bellezza di 27 palloni, ma ottimo è risultato anche il rendimento al centro della rete di Cogliandro e Mazzaro. In casa trentina 23 punti personali per Ramona Aricò (34% a rete), principale terminale offensivo delle gialloblù, insufficiente però per evitare alla squadra la terza sconfitta consecutiva in trasferta. Complice il successo di Legnano la Delta Informatica abbandona quindi la quarta piazza, scendendo in quinta posizione.

 

Coach Iosi conferma il sestetto che ha sconfitto Olbia, con Moncada al palleggio, Aricò opposto, Kijakova e Coppi, attesa ex della gara, laterali, Fondriest e Rebora al centro e Zardo libero Nessuna sorpresa dell'ultim'ora neppure in casa marchigiana con mister Bellamo che si affida allo starting six tradizionale, con le diagonali Bosio-Vanzurova, Negrini-Scuka, Cogliandro-Mazzaro e Feliziani libero.

 

La partenza delle gialloblù non è certo delle migliori: Filottrano spinge fin da subito sull'acceleratore (5-1) e trascinata da Vanzurova e Scuka trova immediatamente un break importantissimo (8-3). Bosio e Moncada insistono molto nel cercare i propri opposti e sia Vanzurova che Aricò si fanno trovare pronte all'appuntamento, andando a segno da posto-2 con la regolarità di un orologio svizzero (10-6). Trento prova a reagire, si sbloccano e firmano il primo punto della propria gara sia Kijakova che Coppi ma nel miglior momento della Delta Informatica (13-11) la rimonta si interrompe bruscamente: il Lardini, spinto da Cogliandro, torna ad essere padrone del campo (17-12). Proprio il turno al servizio della centrale di casa si rivela letale per la formazione di Iosi, che incassa un altro break e scivola a -7 (19-12). Set, di fatto, terminato anzitempo con le marchigiane che senza alcun affanno si portano sull'uno a zero in appena 20' di gioco.

 

Anche dopo il cambio di campo la musica non cambia di un centimetro con il Lardini che continua a fare la voce grossa, aggrappandosi soprattutto alle sue centrali Cogliandro e Mazzaro. Arrivano i primi muri personali anche per Fondriest e Rebora ma la Delta Informatica è sempre costretta a rincorrere (da 5-1 a 6-5). Il turno dalla linea dei nove metri di Negrini spezza nuovamente l'equilibrio, con Bosio e Scuka protagoniste a muro (12-8), ma la risposta di Trento è immediata: Fondriest impatta a quota 13, Kijakova mette la freccia (13-14) per il primo vantaggio trentino. L'illusione dura poco, arriva un altro break delle marchigiane con l'attacco di Scuka e il muro dell'ottima Mazzaro (17-16). Si procede a braccetto fino al 22-22, Iosi si gioca la carta Michieletto che la ripaga con un ace (22-23) ma il finale sorride al Lardini che chiude i conti con un altro muro di Mazzaro (27-25).

 

La Delta Informatica, però, non accusa psicologicamente il colpo e aggrappandosi ad Aricò alza notevolmente l'asticella (3-6). L'ace dell'opposto di Trento e l'attacco di Coppi valgono l'allungo delle gialloblù (14-18), vanificato però dai due ace di Vanzurova (18-18). Tutto da rifare per il sestetto di Iosi che nel finale estrae dal cilindro i muri di Rebora prima e Coppi poi, chiudendo la frazione con l'ace di Michieletto (19-25).

 

La gara, improvvisamente, si fa dunque più avvincente ma un'irresistibile Vanzurova propizia il positivo avvio di quarto set della formazione di casa (6-3). Trento prova a reagire per allungare l'incontro al tie break ma il Lardini ha quel qualcosa in più, soprattutto nei fondamentali del muro e della difesa: la Delta Informatica regge l'urto fino al 18-16 prima di inchinarsi al veemente sprint finale della capolista (25-19) che corre spedita verso il successo.

 

Sabato sarà già tempo di tornare in campo per l'anticipo della decima giornata del campionato di serie A2 femminile: altra trasferta per la Delta Informatica Trentino, questa volta impegnata nell'inedito scenario del PalaYamamay di Busto Arsizio contro il Sab Grima Legnano.

 

LARDINI FILOTTRANO - DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-1

(25-15, 27-25, 19-25, 25-19)

 

Lardini Filottrano: Bosio 1, Vanzurova 27, Negrini 7, Scuka 10, Mazzaro 16, Cogliandro 13, Feliziani (L); Tosi ne, Galazzo ne, Rita ne, Paolucci ne, Cappelli 0, Marangoni ne. All. Massimo Bellano

Delta Informatica Trentino: Moncada 2, Aricò 23, Kijakova 12, Coppi 13, Fondriest 6, Rebora 6, Zardo (L); Bortoli ne, Antonucci ne, Bogatec ne, Nomikou 1, Michieletto 2. All. Ivan Iosi

Arbitri: Massimo Rolla e Rocco Brancati

Durata set: 20', 31', 26', 22' (totale: 1h33')

Note: Lardini Filottrano (attacco 58, muri 12, ace 4), Delta Informatica (attacco 51, muro 9, ace 3). Mvp: Vanzurova

 

CLASSIFICA

01. Lardini Filottrano 26

02. MyCicero Pesaro 24

03. Sab Grima Legnano 18

04. Lilliput Settimo Torinese 17

05. DELTA INFORMATICA TRENTINO 15

06. Volley Soverato 14

07. Golem Software Palmi 14

08. Fenera Chieri 12

09. Entu Olbia 12

10. Millenium Brescia 10

11. Battistelli Marignano 9

12. Volalto Caserta 8*

13. Omia Cisterna 5

14. Lpm Bam Mondovì 4

(* 1 punto di penalizzazione)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 14:48

Durante l'ennesima lite in piena notte un vicino di casa ha lanciato l'allarme e ad intervenire sono stati immediatamente i carabinieri 

24 settembre - 11:40

La ricerca è di interesse mondiale e vuole comprimere gli atomi di idrogeno per creare in laboratorio un superconduttore dalle prestazioni molto elevate, che non si surriscalda e non disperde energia, di grande interesse per l'elettronica e per il settore dell'energia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato