Contenuto sponsorizzato
22/02/2022 - 16:02

IL VIDEO. Aiop: ottimizzare servizi sanitari e più sinergia con il privato

Roma, 22 feb. (askanews) - Ribilanciare le prestazioni tra pazienti Covid e pazienti non Covid; ottimizzare i servizi sanitari, mettendo "a sistema" l'attività degli istituti ospedalieri di diritto pubblico e di quelli di diritto privato accreditati; riorganizzare, anche sotto il profilo tecnico-gestionale, il Servizio sanitario nazionale, con un effettivo rifinanziamento e un apporto più largo da parte del settore privato. Sono le priorità per il sistema ospedaliero italiano, nelle sue componenti di diritto pubblico e privato, che emergono dal 19mo Rapporto sull'attività ospedaliera in Italia "Ospedali & Salute 2021" dell Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata.Con l'arrivo della pandemia, dice il rapporto, si è dovuto far fronte all assistenza straordinaria dei pazienti Covid, con il blocco delle prestazioni ordinarie richieste dai pazienti non Covid, che nel 2020 ha riguardato il 50% dei pazienti, con una punta del 71,5% per gli interventi chirurgici programmati.L'esperienza dei pazienti Covid intervistati si è rivelata essere stata decisamente impegnativa, sia nella fase del contagio sia in quella del post-contagio, a causa del long Covid e delle conseguenze della malattia, ed è stata accompagnata da una "esplosione" della domanda di prestazioni sanitarie ordinarie, mentre si è verificata una contrazione più che significativa della domanda da parte dei pazienti non Covid, con il relativo impatto sulla salute di questi ultimi.Tra il 2020 e il 2021 è emerso poi un graduale processo di socializzazione alla pandemia, con posizioni che però tendono a polarizzarsi. Nel caso dei pazienti ex Covid, risulta un livello consistente di dissenso, specialmente sull'opportunità di estendere la vaccinazione e di sostenerla per ragioni di solidarietà collettiva; per il Green pass invece è alto il livello di consenso e tende a superare il 70%, sia da parte della popolazione che da parte degli ex pazienti Covid.La presidente di Aiop, Barbara Cittadini: "bisogna veramente tornare a un sistema che sia vicino al cittadino, che si prenda cura del cittadino. Quando è scattata la pandemia si è subito attivata una sinergia virtuosa tra il sistema di diritto pubblico e il sistema di diritto privato deve diventare sistema per riuscire a dare una risposta assistenziale. Ha un unico vincolo, il vincolo del dl 95, una legge che blocca il finanziamento delle prestazioni della componente di diritto privato al 2011, a causa di una norma, la spending review, che era una norma emergenziale che è diventata strutturale e che sta deprimendo il sistema in termini quali-quantitativi. Basterebbe togliere questo comma nel dl 95 che blocca la spesa e consentire alle Regioni di dare una risposta alla domanda reale di prestazioni".

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
25 luglio - 17:34
Al centro dell’appello, lanciato da Luca Niccolai, la sospensione degli abbattimenti degli orsi in Trentino, sempre più protagonisti di [...]
Cronaca
25 luglio - 19:24
Il fatto è successo oggi pomeriggio a Ponte di Legno. Il giovane non ha perso la calma ed è rientrato a casa dove lo hanno raggiunto i [...]
Cronaca
25 luglio - 19:07
Le operazioni di ricerca alla spiaggia Sabbioni e Du Lac si sono concluse, fortunatamente, con il lieto fine: la minorenne, dopo l'allarme lanciato [...]
Contenuto sponsorizzato