Contenuto sponsorizzato
02/03/2022 - 12:03

IL VIDEO. Paolo Nori: Bicocca cancella mio corso su Dostoevskij, ridicolo

Milano, 2 mar. (askanews) - Lo scrittore parmigiano Paolo Nori ha denunciato che l'Università Bicocca di Milano ha "proibito" un corso che lui doveva tenere sui racconti del celebre romanziere e filosofo russo Fedor Dostoevskij (1821-1881), per "evitare ogni forma di polemica" alla luce della guerra in Ucraina.In un video pubblicato sul suo profilo Instagram, il 58enne parmigiano che insegna al Dipartimento di studi umanistici dello Iulm di Milano, ha spiegato "ho ricevuto una mail dell'Università Bicocca, dove mercoledì prossimo dovevo iniziare un corso di quattro lezioni sui romanzi di Dostoevskij". La mail, letta da Nori, recita così: "Caro professore questa mattina il prorettore alla didattica mi ha comunicato la decisione, presa con la rettrice, di rimandare il percorso su Dostoevskij. Lo scopo è quello di evitare ogni forma di polemica, soprattutto interna, in quanto momento di forte tensione"."Non solo essere un russo vivente è una colpa oggi in Italia, ma anche essere un russo morto, che quando era vivo è stato condannato a morte nel 1849 perché aveva letto una cosa proibita" ha affermato Nori visibilmente commosso, aggiugendo "quello che sta succedendo in Ucraina è una cosa orribile e mi viene da piangere solo a pensarci, ma queste cose che stanno succedendo in Italia sono cose ridicole: un'università italiana che proibisce un corso di Dostoevskij, è una cosa da non credere".

Contenuto sponsorizzato
Cronaca
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
20 aprile - 20:19
In Veneto è già scattato il piano per il controllo degli autovelox, perché si teme l'effetto "domino" di ricorsi, visto che potrebbero essere [...]
Cronaca
20 aprile - 19:39
Una scialpinista durante un'escursione con gli amici è precipitata in un canalone. La donna è morta, troppo gravi le ferite
Cronaca
20 aprile - 19:43
I tre rapinatori si erano nascosti nella stanza di un residence, ma i carabinieri sono riusciti a rintracciarli: sequestrati mille euro, un [...]
Contenuto sponsorizzato