Contenuto sponsorizzato

Abbatte un cervo, trovato il bracconiere

Nella notte del 20 ottobre il personale forestale è stato allertato dal colpo d'arma da fuoco nella riserva di Rabbi. Il cacciatore risponderà per diversi illeciti. Il monitoraggio della riserva resta costante

Pubblicato il - 18 novembre 2016 - 16:38

RABBI. Un'operazione antibraccongaggio in Valle di Rabbi si è conclusa positivamente grazie all'intervento della stazione forestale di Malè supportata dall'Ufficio distrettuale forestale di Malè.

 

Le forze dell'ordine erano impegnate da tempo nel monitoraggio della riserva di Rabbi, in quanto si riteneva fossero in corso attività di bracconaggio.

 

Nella notte del 20 ottobre scorso, il personale forestale ha avvertito un colpo d'arma da fuoco nei pressi dell'abitato, senza riuscire però in un primo momento a individuare il responsabile.

 

Le indagini svolte nei giorni successivi hanno portato prima al rinvenimento dei resti di un esemplare di cervo adulto, quindi è stato individuato in un cacciatore della riserva la responsabilità dell’abbattimento dell'animale.

 

Il "trofeo", che era nascosto presso l'abitazione dell'uomo, è stato sequestrato. Al cacciatore sono stati contestati inoltre diversi illeciti in materia venatoria quali la caccia notturna in vicinanza di abitazioni senza denuncia di abbattimento e senza assegnazione del capo, oltre all'illecito abbandono delle spoglie del cervo.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 18 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 06:01

Con l'appello si chiede la progressiva eliminazione dell'uso dei pesticidi di sintesi in agricoltura e l'istituzione di un biodistretto sull'intero territorio della regione. Sono tre i candidati presidenti che fino ad oggi hanno firmato: Antonella Valer, Filippo Castaldini e Filippo Degasperi.

18 ottobre - 20:21

In moltissimi questo pomeriggio ad accogliere Silvio Berlusconi a Trento. Toni molti duri nei confronti del Governo che "sta facendo fare brutta figura all'Italia" e verso i 5 Stelle "Che non sanno fare nulla" 

18 ottobre - 19:43

Preoccupato per le politiche nazionali che potrebbero minare l'unità dell'Europa: "Una scelta suicida affidarsi a loro perché la vostra autonomia è nata dentro l'Europa unita". Giorgio Tonini: "Salvini non ha nemmeno permesso a Fugatti di mettere il suo nome nel simbolo. Che autonomia sarà se nemmeno il governatore sarà autonomo dal governo nazionale?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato