Contenuto sponsorizzato

All'asta 70 bici e 700 dischi. La "Festa del Riuso" sabato a Mori

Un mercatino di oggettistica e una vera e propria asta in piazza Cal di Ponte

Pubblicato il - 21 settembre 2016 - 17:35

MORI. Sarà un banditore col martello in mano quello che sabato 24 settembre griderà “aggiudicato” a chi la spunterà sul prezzo e si porterà a casa una delle 70 bici messe all'asta. Oppure uno dei 700 dischi, perché il vinile oggi ha ritrovato il suo fascino e c'è chi ha conservato il vecchio giradischi con la puntina per poterlo ascoltare.

 

La Giornata del riuso che si celebra sabato prossimo a Mori prevede infatti una vera e propria asta. Dopo il mercatino di oggettistica, che riempirà piazza Cal di Ponte di bancarelle dalle ore 10 alle ore 17, si terrà il momento clou. Se qualcuno volesse dare un'occhiata alle bici messe all'incanto può farlo sul sito del comune a questo indirizzo.

 

La sera ci sarà musica: la band armena Jashgawronsky Brothers propone il suo repertorio. Gli strumenti, per stare in tema e per dimostrare che tutto può essere riutilizzato, sono ricavati proprio dal riuso degli oggetti più vari. Scopriremo quali solo alle ore 21 di sabato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 luglio - 19:21

Attacco a 360 gradi sulle scelte operate dalla giunta: dall’aumento delle tasse al bonus per la natalità che andrebbe ripensato, nel mirino anche “La riforma scolastica improvvisata” e l’eliminazione dal bilancio dei fondi per la cooperazione internazionale: “Un clamoroso autogol per il Trentino”

20 luglio - 15:42

Il leader del M5S lancia un messaggio distensivo all'alleato di Governo. Oggi Di Maio ha preso parte all'assemblea degli iscritti che si è tenuta a Trento al Centro Santa Chiara 

20 luglio - 12:58

Dopo la discussione social e la capogruppo della Lega accusata di diffondere notizie incomplete e di risposte con affermazioni molto pesanti, il movimento femminile del Patt prende posizione. La Lega ribatte e il Pd solidarizza con le stelle alpine: "Basta con questo linguaggio offensivo e becero del carroccio. Non attaccano sul contesto, ma in base a quello che fa più presa sull'elettorato"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato