Contenuto sponsorizzato

All'asta 70 bici e 700 dischi. La "Festa del Riuso" sabato a Mori

Un mercatino di oggettistica e una vera e propria asta in piazza Cal di Ponte

Pubblicato il - 21 settembre 2016 - 17:35

MORI. Sarà un banditore col martello in mano quello che sabato 24 settembre griderà “aggiudicato” a chi la spunterà sul prezzo e si porterà a casa una delle 70 bici messe all'asta. Oppure uno dei 700 dischi, perché il vinile oggi ha ritrovato il suo fascino e c'è chi ha conservato il vecchio giradischi con la puntina per poterlo ascoltare.

 

La Giornata del riuso che si celebra sabato prossimo a Mori prevede infatti una vera e propria asta. Dopo il mercatino di oggettistica, che riempirà piazza Cal di Ponte di bancarelle dalle ore 10 alle ore 17, si terrà il momento clou. Se qualcuno volesse dare un'occhiata alle bici messe all'incanto può farlo sul sito del comune a questo indirizzo.

 

La sera ci sarà musica: la band armena Jashgawronsky Brothers propone il suo repertorio. Gli strumenti, per stare in tema e per dimostrare che tutto può essere riutilizzato, sono ricavati proprio dal riuso degli oggetti più vari. Scopriremo quali solo alle ore 21 di sabato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 novembre - 19:43

La miccia si accende per il post su Facebook di un allevatore del perginese. Da lì le risposte piccate dei sindaci di Frassilongo e Pergine con quest'ultimo che rimuove tutto. A far da paciere il primo cittadino di Palù, che però si toglie qualche sassolino

11 novembre - 19:37

Il partito secessionista ha celebrato l'anniversario dell'arrivo delle truppe italiane al Brennero apponendo sul cippo di confine un sacco con una scritta rivendicativa. "Il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno stato straniero, al quale non volevano appartenere". Non è la prima volta che il confine italo-austriaco finisce al centro delle iniziative della Südtiroler Freiheit

11 novembre - 13:46

Il blocco di una corsa avvenuto settimana scorsa nei pressi di Mezzana aveva spinto la consigliera Lucia Coppola a depositare un'interrogazione per comprendere le motivazioni e gli eventuali problemi di manutenzione. Questioni che da Trentino Trasporti vengono considerate però imprevedibili e dovute a condizioni meteorologiche eccezionali 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato