Contenuto sponsorizzato

Pelle impura, le beauty routine per gestirla al meglio

Non c’è nessun bisogno di abbattersi però: le soluzioni per risolvere questo problema non mancano, e basta semplicemente seguire la giusta beauty routine per riuscire a gestire questo problema nel migliore dei modi

Pubblicato il - 23 marzo 2020 - 13:23

TRENTO. La pelle del vostro viso si presenta con un aspetto lucido, untuoso e a volte con un colorito piuttosto spento? Allora è possibile che anche voi soffriate di pelle grassa. Se non ne siete sicuri, è possibile scoprirlo anche tramite un semplice test: basta premere per pochi secondi un tessuto di cotone sul viso dove c’è una maggiore abbondanza di ghiandole sebacee. Se quando lo togliamo dal viso vediamo che questo presenta tracce umide, allora non ci sono più dubbi: soffriamo davvero di pelle grassa.

 

Non c’è nessun bisogno di abbattersi però: le soluzioni per risolvere questo problema non mancano, e basta semplicemente seguire la giusta beauty routine per riuscire a gestire questo problema nel migliore dei modi. Vediamo come fare.

 

Usare un detergente delicato. Il primo step per affrontare il problema della pelle grassa è utilizzare un detergente delicato e pulirla accuratamente senza affidarsi a prodotti aggressivi. La scelta di un prodotto specifico e delicato è fondamentale, in quanto oltre a purificare e a combattere le imperfezioni, aiuta a ristabilire il giusto equilibrio. In casi come questi, si consiglia quindi di utilizzare un gel detergente purificante o dell’acqua micellare.

 

Purificare e normalizzare con prodotti appositi. Scegliere i prodotti e i rimedi giusti per purificare e normalizzare la produzione di sebo da parte della pelle è molto importante per chi presenta questo problema. Se la cute presenta già numerose impurità, siti specializzati come quello di Nivea, ad esempio, consigliano l’uso di un’apposita crema per i brufoli, in modo che si possa contrastare da subito l’insorgenza di ulteriori imperfezioni. Per riuscire poi a normalizzare la produzione di sebo da parte della pelle, si consiglia di utilizzare settimanalmente prodotti a base di argilla verde, dalle forti proprietà purificanti, magari sotto forma di maschera. In questo modo, si riuscirà infatti a disintossicare la pelle e l’organismo in maniera completamente naturale.

 

Fare i vapori una volta a settimana. Per contrastare tale problema ci si può avvalere anche dei fumeggi o vapori alle erbe una volta a settimana, dato che esistono una serie di piante che posseggono ottime proprietà in grado di contrastare il problema della pelle grassa. Ad esempio, la camomilla, l’ortica e la calendula, così come anche timo e rosmarino, hanno ottime proprietà detergenti ed emollienti, aiutando a pulire la pelle in profondità senza aggredirla. Allo stesso modo, anche menta e fiori di sambuco hanno proprietà astringenti, mentre il finocchio aiuta a purificare la pelle.

 

Un aiuto in più: l’alimentazione. Infine, anche seguire una corretta alimentazione rappresenta un ottimo modo per arginare il problema della pelle grassa. Si consiglia ad esempio di limitare il consumo di grassi animali, alcol e zuccheri raffinati, e dare più spazio agli alimenti che invece rendono la pelle più sana e luminosa come pesce, carni bianche, cereali integrali, frutta e verdura fresca. Una dieta equilibrata può davvero essere d’aiuto in questi casi. Bisognerebbe limitare, inoltre, l’uso di latticini, carboidrati, e grassi ma anche ridurre caffè e bevande alcoliche. Importantissimo, infine, bere sempre ameno due litri d’acqua al giorno per permettere al corpo di disintossicarsi in maniera naturale.

 

Combattere la pelle grassa può essere semplice: basta porre le giuste attenzioni alla propria beauty routine e seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato