Contenuto sponsorizzato

I pesci non soffrono il caldo. L'alzarsi delle temperature in alcuni casi favorisce o anticipa la riproduzione

Quest’anno l’abbondanza di neve e il consistente scioglimento non porteranno probabilmente al prosciugamento dei ruscelli e quindi i pesci non subiranno danni
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 10 luglio 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il caldo torrido che fa soffrire uomini ed animali ha qualche influenza sui pesci? L’ittiologo Leonardo Pontalti dell’Ufficio faunistico della Provincia di Trento fa distinzione tra ruscelli e laghi.

 

Quest’anno l’abbondanza di neve e il consistente scioglimento non porteranno probabilmente al prosciugamento dei ruscelli e quindi i pesci non subiranno danni.

 

Nelle acque ferme il caldo ha fatto invece salire la temperatura sopra i 16-18 gradi, favorendo o addirittura anticipando la riproduzione delle specie appartenenti alla famiglia dei Ciprinidi, quali carpa, tinca, scardola, sanguinerola, alborella, ecc.

 

L’esatto contrario, dice l’esperto, succede a fine stagione per i Salmonidi, famiglia alla quale appartengono le trote.

 

L’abbassamento progressivo della temperatura dell’acqua fino a 6-7 gradi e il progressivo calo delle ore di luce innescano il fenomeno riproduttivo.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 19:17

In serata atteso l’intervento di Conte per annunciare le nuove misure restrittive: la bozza del Dpcm (ALL’INTERNO) prevede la sospensione delle attività per piscine, centri benessere e centri ricreativi. Per contrastare la diffusione del contagio alle superiori la didattica digitale integrata passa al 75% sul totale delle lezioni

24 ottobre - 17:31

Sono stati analizzati 2.513 tamponi, 162 i test risultati positivi e 71 persone presentano sintomi. Sono 18 i decessi per Covid-19 in 15 giorni, 19 morti in un mese

24 ottobre - 16:11

Nuova ordinanza in vista per l'Alto Adige. In una video-conferenza con i sindaci altoatesini, il presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher ha annunciato la volontà di dar vita a misure mirate per contenere il contagio nei cosiddetti Comuni-Cluster. Avendo come esempio Monguelfo-Tesido e Sesto Pusteria, le realtà che manifesteranno una situazione preoccupante vedranno l'applicazione di provvedimenti calibrati in base alla gravità dei casi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato