Contenuto sponsorizzato

Il compagno Mastrogiuseppe non si spaventi. Non snatureremo Sanifonds

Solo i componenti del CdA (un nuovo Soviet per qualcuno) possono ragionare dell’attività? La Uil crede che la prevenzione di tante malattie oncologiche e croniche passi anche per lo screening non delle acque dei fiumi ma dei lavoratori e delle lavoratrici che, magari, si trovano in zone ad alto rischio inquinamento
DAL BLOG
Di Walter Alotti - 08 novembre 2016

Attuale segretario generale della Uil in Trentino è giornalista pubblicista dal 2014

Mastrogiuseppe si quieti, nessuno vuole snaturare Sanifonds, ma ci chiediamo: solo i componenti del CdA (un nuovo Soviet per qualcuno) possono ragionare dell’attività e delle ipotesi di coinvolgimento del Fondo Sanitario nelle diverse politiche di prevenzione degli associati?

 

La UIL crede che la prevenzione di tante malattie oncologiche e croniche passa anche per lo screening non delle acque dei fiumi (ci siamo probabilmente espressi male o qualcuno ha frainteso), ma dei lavoratori e delle lavoratrici che, magari, lavorano o risiedono in zone ad alto rischio inquinamento del nostro territorio.

 

Ed abbiamo fatto una proposta, non posto veti o lanciato diktat. Non fa parte del nostro Dna, laico e riformista. Peraltro senza intenzione di sfiduciare i tecnici delle istituzioni locali che fanno le rilevazioni. Ma casomai con l’intenzione, l’idea di avere altre informazioni, dati neutrali, non “governativi” che permettano delle diverse correlazioni rispetto a indagini, come quelle sui fitofarmaci, che per le autorità locali sono entro i limiti, ma per altre Agenzie di indagine nazionali, statali od europee danno altri preoccupanti esiti.

 

Tutto qui. Riproporremo più compiutamente, formalmente, tramite i nostri rappresentanti in CdA, la nostra proposta. Indagini di profilassi che altri Fondi Sanitari (Cadiprof o Fondo Est) fanno da tempo. Chissà che non troveremo anche il compagno Mastrogiuseppe dalla nostra parte.

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato