Contenuto sponsorizzato

“Trento Generation”, gli studenti ridanno vita alla città. Incontri, spettacoli e laboratori in Piazza Duomo

L'appuntamento è fissato per mercoledì 15 marzo in piazza Duomo dalle 15 alle 19. L'iniziativa è stata lanciata dal Concilio degli studenti di Trento con il supporto della Consulta provinciale degli studenti e altre istituzioni

Di Giuseppe Fin - 07 March 2017 - 12:34

TRENTO. Un'iniziativa unica nel suo genere che coinvolgerà l'intera cittadinanza con incontri, spettacoli musicali, artistici, momenti di confronto ma anche laboratori e tanto altro.

 

Trento Generation” questo il nome dell'appuntamento che si terrà mercoledì 15 marzo dalle 15 alle 19 e che trasformerà piazza Duomo in un luogo di incontro non solo generazionale ma anche di contatto tra il mondo studentesco trentino e la cittadinanza.

 

L'evento, sostenuto dal Comune di Trento, è organizzato dal Concilio degli studenti di Trento (Cst), organismo nato dalla collaborazione tra i rappresentanti delle scuole e dalla Consulta provinciale degli studenti, con la supervisione del Dipartimento della conoscenza della Provincia. A fare parte del Cst sono i licei Leonardo da Vinci, Galileo Galilei, Prati, Sophie Scholl, Alessandro Vittoria, istituto tecnico tecnologico Buonarroti, l'istituto tecnico economico Antonio Tambosi Battisti, oltre all'istituto Marie Curie di Pergine e al liceo Depero di Rovereto.

 

A presentare l'appuntamento questa mattina sono stati Stefano Auriemma della Consulta provinciale degli studenti, Tommaso Pavesi del liceo Da Vinci, Giuseppe Di Martino del liceo Prati e Lena Carner del liceo Scholl.

 

“E' il primo evento che organizziamo sul suolo cittadino – ha spiega Tommaso Pavesi, rappresentante del Concilio degli studenti di Trento – perché crediamo che in questi anni sia mancato in questa città un vero incontro tra il mondo studentesco e la cittadinanza che è invece fondamentale”.

 

Non manca anche in questa occasione il sostegno della Consulta provinciale degli studenti. “Quando sentiamo parlare di partecipazione – spiega Stefano Auriemma - noi ci fiondiamo soprattutto in questo periodo dove purtroppo registriamo molti studenti disinteressati a quello che gli succede attorno”.

 

L'obiettivo è quello di offrire a tutti un momento di incontro e di dialogo oltre che di divertimento. L'occasione di scambio tra chi è giovane e chi non è più. Per questo le attività che verranno messe in campo riguarderanno tutte la fasce d'età.

 

Mercoledì 15 marzo, in mattinata, tutti gli istituti superiori organizzeranno in forma coordinata le loro assemblee di istituto sul tema “Giovani e società”, mentre nel pomeriggio dalle 15 alle 19 piazza Duomo ci sarà l'incontro con tutta la cittadinanza attraverso numerose iniziative.

 

Ci saranno spettacoli di arti di strada, circensi, magia e danza, ma si potrà visitare anche un'area dedicata all'aiuto e all'informazione sulle nuove tecnologie oppure unirsi ad una jam session grazie agli strumenti messi a disposizione da giovani musicisti.

 

Gli appassionati del gusto potranno gustare le pietanze offerte dai frequentanti l'istituto alberghiero. Spazio poi anche ai confronti su temi di attualità come quello dell'immigrazione o dell'economia di comunione, un modello che punta a creare legami eticamente corretti con gli enti a contatto con l'azienda.

 

Un'occasione, insomma, per riuscire a creare un dialogo a 360 gradi tra il mondo studentesco e la città. All'iniziativa parteciperanno anche dei giovani writers che realizzeranno un murale che verrà poi donato alla cittadinanza e utilizzato come pannello per coprire lavori di restauro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 January - 10:39

E' successo a Roana nell'Altopiano di Asiago, quattro cani erano legati alla catena e le guardie sono intervenute per spiegare ai proprietari che  la legge lo vieta 

18 January - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato