Contenuto sponsorizzato

“Una delle cose che ci invidiano i colleghi del resto d'Italia sono i nostri Vigili del fuoco volontari”

I ringraziamenti della Polizia locale Valle del Chiese ai Vigili del fuoco volontari: "Un grazie a chi impegna il proprio tempo libero per i cittadini". 

Pubblicato il - 17 gennaio 2017 - 19:35

VALLE DEL CHIESE. “Una delle cose che ci invidiano i colleghi del resto d'Italia sono i nostri VVFF volontari”. Inizia in questo modo il post pubblicato su Facebook della Polizia locale Valle del Chiese in merito all'importante aiuto che i volontari riescono sempre ad offrire.

 

L'occasione sono i ringraziamenti rivolti dalla Polizia locale ai Vigili del fuoco volontari per il supporto offerto durante le operazioni di ricostruzione della dinamica dell'incidente avvenuto martedì scorso a Storo, lungo la statale del Caffaro dove sono stati coinvolti un furgone che trasportava le luci natalizie e un'autovettura, una golf.

 

“Avere il campo del sinistro illuminato a giorno – scrive la Polizia Locale Valle del Chiese - non solo consente di lavorare con facilità per ricostruire la dinamica del sinistro ma è a beneficio della sicurezza degli infortunati, degli operatori sanitari e delle forze intervenute”.

Durante tutte le operazioni di ricostruzione della dinamica dell'incidente, infatti, i VVFF sono rimasti sul luogo per illuminare, con il proprio mezzo, la zona, agevolando in questo modo il lavoro delle forze dell'ordine.

 

“Un grazie quindi a chi impegna il proprio tempo libero per i cittadini. Ai comandanti Giacco dei Vigili del Fuoco di Storo e Bagattini dei Vigili del Fuoco Volontari di Condino un ringraziamento da parte del personale della Polizia locale Valle del Chiese”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 11:55

Tovaglie e stoviglie stese a terra per una manifestazione ordinata e silenziosa: “Vogliamo ribadire con chiarezza che il settore dei pubblici esercizi e della ristorazione sta soffrendo in modo pesantissimo le limitazioni imposte dalla normativa anti-covid”

28 ottobre - 11:41

Una recrudescenza dell'epidemia importante e il presidente Arno Kompatscher si è trovato a firmare diverse ordinanze per cercare di fronteggiare la diffusione di Covid-19, il governatore ha fatto anche un appello: "Ci troviamo di fronte alle settimane decisive per interrompere la catena dei contagi. E' fondamentale fermare la diffusione del virus per tutelare scuola e lavoro”

27 ottobre - 19:32

Sono tante le lettere e i messaggi diretti al presidente Fugatti di cittadini che non hanno capito perché in Trentino si stia perseverando con la didattica totalmente in presenza (addirittura alzando il numero di contagiati necessari per mettere le classi in quarantena alle elementari e alle medie). Ne pubblichiamo due: ''Anche noi preferiamo certamente la didattica in presenza, così come andare fuori a cena,  o andare in palestra; ma allora a maggior ragione ci vogliono tracciamenti rapidi e completi che paiono totalmente saltati''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato