Contenuto sponsorizzato

Furto in un negozio del centro, rubato il telefono alla commessa

Pubblicato il - 15 ottobre 2017 - 12:39

TRENTO. E' successo in pieno centro storico, in tarda mattinata. Un uomo sui 40, 50 anni è entrato nel negozio "Camaleonte" situato in via S. Vigilio come se fosse un semplice cliente. Aspettando il suo turno guardava la merce in mostra, collanine, pashmine e braccialetti, mentre la commessa finiva di servire un'altra cliente presente nel negozio.

 

Senza fare acquisti, prima del suo turno, l'uomo ha salutato gentilmente e si è allontanato dall'esercizio in direzione piazza Fiera. Ma a un certo punto la diffusione musicale all'interno del negozio si è interrotta: il telefono era collegato tramite bluetooth agli altoparlanti, e così si è scoperto il furto.

 

Dapprima la commessa credeva si fossero spente le casse ma poi ha capito che il telefono, che si trovava vicino alla cassa, era stato asportato. Altro non è stato rubato perché la chiave del cassetto dei soldi era legata al collo della commessa.

 

I carabinieri, sentiti subito dopo, hanno invitato la donna derubata del suo telefono a recarsi al comando per sporgere denuncia contro ignoti

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 10:04

L'Apsp Margherita Grazioli di Povo ha lanciato una duplice iniziativa per aiutare gli over80 con difficoltà nelle prenotazioni online del vaccino. La direttrice Patty Rigatti: "Li contattiamo e fissiamo un appuntamento per vaccinarsi. Poi li facciamo trasportare ai punti di somministrazione. Tutti gratuitamente"

26 febbraio - 10:26

Gianfranca indossa pantaloni, giacca scura e ha capelli ramati. Chiunque abbia sue informazioni è pregato di contattare i carabinieri

26 febbraio - 07:49

La drammatica vicenda è avvenuta in Alto Adige. Ieri l'udienza del processo è stata rinviata al 19 marzo.  La giovane soffrirebbe anche di problemi di carattere psichico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato