Contenuto sponsorizzato

Incendio ad Arco, una catasta di legna in fiamme stava per far saltare un deposito di carburante

L'intervento dei Vigili del fuoco di Arcoi ha evitato il peggio. E' successo alle 4.30 in località Ceole, ingenti i danni alla struttura

Pubblicato il - 05 novembre 2017 - 12:36

ARCO. L'allarme è partito verso le 4.30 della mattina. Un incendio scoppiato in località Ceole, sotto la tettoia di un edificio in cui era stata accatastata della legna, stava per aggredire un deposito di gasolio.

 

I Vigli del fuoco volontari si sono subito portati sul posto e per prima cosa hanno raffreddato il deposito di combustibile che in quel momento era già surriscaldato, mentre cercavano di circoscrivere le fiamme per impedire che si allargassero alla restante parte dell'edificio.

 

L'incendio è stato via via spento, ma ci è voluto molto tempo per mettere in sicurezza l'area. I danni sembrano ingenti anche se la valutazione precisa sarà possibile soltanto dopo una perizia sull'intero immobile.

Incendio ad Arco, salvato dalle fiamme deposito di carburante

 

I vigili volontari di Arco si sono portati sul posto con l'autobotte, con la cisterna da 10 mila litri e il supporto del mezzo del distretto con a bordo il ricambio di aria per le bombole usate durante l'intervento, oltre ai Rover di servizio.

 

Sul posto anche i carabinieri che dovranno avviare le prime indagini per determinare le cause che fino ad ora non sono note. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 13:50

L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno nell'area della val di Ledro. In azione le unità del soccorso alpino e l'elicottero con l'equipe medica. Per il base jumper però non c'è stato nulla da fare

21 ottobre - 11:51

La nuova ordinanza è valida fino al 31 gennaio 2021. Nelle aree pubbliche e private aperte al pubblico c'è il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 22 alle 5. Stabilito anche divieto di detenzione (ad eccezione di recipienti chiusi ed integri) di bevande di qualsiasi tipo

20 ottobre - 19:09

Un'automatismo che porterebbe all'aumento delle indennità dei consiglieri in base all'aggiornamento Istat. Un meccanismo che scatterebbe dal prossimo gennaio, sempre che piazza Dante non intervenga attraverso una legge per fermare tutto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato