Contenuto sponsorizzato

Leggero incidente per Francesco Moser, ma nessuna gamba rotta. Un ematoma causato dalla martellante

Eurosport ha subito titolato che si sarebbe rotto una gamba e gli altri quotidiani hanno scritto che è successo a Palù. In realtà lo Sceriffo è a casa, un po' dolorante e l'incidente è avvenuto al Maso sopra Gardolo

Di Luca Pianesi - 16 ottobre 2017 - 19:59

TRENTO. Nessuna gamba rotta, nessuna ferita grave. Un ematoma e un po' di dolore ma Francesco Moser sta bene. Eurosport titolava: "Francesco Moser, che spavento! Si rompe una gamba in un incidente con il trattore" ma, fortunatamente, nulla di grave è accaduto. La notizia sta rimbalzando sui social e su vari giornali online ma è più grande di quel che sembra. Lo "Sceriffo" è a casa, sul suo divano. E' andato all'ospedale per precauzione accompagnato dalla moglie (dunque nessuna ambulanza) e il trattore è in piedi (nessun ribaltamento).

 

Un incidente, però, c'è stato, seppure leggero. Il grande ex campione di ciclismo, infatti, era tra le vigne, nella sua campagna sopra Gardolo e stava agganciando la martellante al trattore. Durante l'attacco del macchinario, però, un polpaccio gli è rimasto in mezzo ed è stato schiacciato. Tanto dolore e un po' di spavento ma, senza perdersi d'animo, è risalito sul mezzo ed è rientrato a Maso Warth. Qui è stato portato in macchina all'ospedale per un controllo. Una lastra, per sicurezza, ma, fortunatamente nulla di grave.

 

La notizia, quella vera, è semmai che il "Checco" sabato scorso è stato nominato Chevalier Du Tastevin Bourgogne un importante conferimento per la qualità dei suoi vini, consegnatogli in una delle terre più importanti dal punto di vista enologico del mondo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 10:46

Era stato ricoverato al Negrar. Sono sopraggiunte delle complicanze a seguito della caduta e così è deceduto. Nell'incidente si era ferita anche la figlia di 40 anni

24 settembre - 11:50

Al ballottaggio ci sono l'ex sindaco e l'imprenditore Zanin. Decisivo diventa quel 13% che è stato preso dal candidato dell'Svp che, per ovvi motivi, non può imparentarsi con ultra nazionalisti e figure vicine all'ultra destra. Intanto i nostalgici di Casapound salutano il consiglio: '' Siamo i fantasmi di una guerra che non abbiamo fatto, ma siamo i guerrieri di una pace durata troppo a lungo. Ancora qui ci ritroverete tra mille anni e mille anni ancora''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato