Contenuto sponsorizzato

Timbravano l'una per l'altra, la Cassazione conferma il licenziamento

La Cassazione conferma la sentenza della Corte di appello di Trento, che aveva ribaltato la decisione del Tribunale di Trento. Le due dipendenti si sarebbero scambiate il favore della timbratura per maturare e godere di più giorni di riposo

Di Luca Andreazza - 26 ottobre 2017 - 09:31

TRENTO. Timbravano l'una il cartellino per l'altra, la Cassazione respinge il ricorso delle due dipendenti e conferma la legittimità del licenziamento in tronco operato dall'Azienda verso le due ormai ex lavoratrici.

 

Le due ex centraliniste all'Azienda pubblica dei servizi alla persona di Trento erano finite nel mirino del datore di lavoro, secondo il quale le dipendenti si erano fatte il favore di scambiarsi la timbratura al fine di maturare e godere più giorni di riposo compensativo.

 

Giunge così alla fine un contenzioso dalle alterne vicende. Nel 2015 il Tribunale di Trento si era opposto al licenziamento e in quella sede aveva chiesto il reintegro e il risarcimento da parte dell'azienda, mentre nel 2016 la Corte di appello di Trento aveva ribaltato la sentenza. Ora arriva la parola fine e la Cassazione ha confermato la legittimità del licenziamento.

 

Secondo la Cassazione, infatti, la Corte di appello aveva agito in maniera corretta e aveva ripercorso l'organizzazione e le modalità di effettuazione del servizio di centralino e delle prestazioni lavorative in questione, oltre all'attestazione delle presenze.

 

Nel corso degli approfondimenti emergeva che la turnistica del centralino si svolgeva secondo due turni, il primo dalle 7 alle 13.30 e il secondo dalle 13.30 alle 20, sempre con un unico operatore: nessun altro lavoratore aveva gli stessi orari e quando veniva effettuate le registrazioni contestate era in servizio solo una delle due.

 

I giudici non hanno così accolto la tesi delle ex centraliniste che sostenevano di essere vittime di 'trappole' o 'vendette' e hanno confermato la piena legittimità del licenziamento da parte dell'azienda.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 05:01

Parole dure, quella della massima carica della Lega in provincia di Trento. Parole da fine stratega che bolla Caramaschi ''comunista'' e ricorda che il tempo dei ''doppi giochi è finito'' dimenticandosi del fatto che a Riva del Garda pur di avere qualche speranza di vittoria e per poter dire ''beh almeno lì ce l'abbiamo fatta'' la sua Lega sta facendo di tutto (leggasi accordi per cariche) per accaparrarsi Malfer e il Patt 

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato