Contenuto sponsorizzato

Vaccini, 'resistono' in 95. ''Da martedì vietato l'ingresso in classe ai bambini che non sono in regola''

Rossi: "Tranquilli, non abbiamo intenzione di schierare né gli Alpini né gli Schützen e nemmeno i nostri forestali ma i dirigenti degli istituti sapranno essere molto convincenti, ne sono sicuro. Lo facciamo nell'interesse della salute pubblica"

Di db - 20 ottobre 2017 - 14:52

TRENTO. Sono rimasti in 95, sono i bambini che ad oggi non sono 'conformi' alla legge sull'obbligatorietà vaccinale. Numeri destinati in queste ore a diminuire ma si prevede che uno zoccolo duro vorrà sfidare il termine ultimo che scade martedì prossimo 24 ottobre, quando sarà impedito fisicamente l'ingresso a scuola per chi non fosse vaccinato o non avesse l'impegnativa per la vaccinazione. 

 

Al 21 settembre scorso, data prevista dalla delibera della Giunta per mettersi in regola, erano 1.387 i bambini trentini non conformi. Ai genitori, subito dopo, fu inviata una raccomandata: tempo 30 giorni per regolarizzare la posizione altrimenti scatta l'esclusione dagli istituti scolastici.

 

In molti si sono adeguati ma altri resistono. "Il nostro appello - spiega il governatore Ugo Rossi - è quello di usare questi ultimi giorni per mettersi in regola con la vaccinazione, c'è tempo, non succede nulla se si è in ritardo, ma prima o poi bisogna farlo. Lo dico nell'interesse di quei bambini ma anche nell'interesse di tutta la comunità".

 

"Abbiamo inviato ai genitori un ulteriore avviso reiterato - afferma - ma ora la responsabilità di evitare che qualcuno impedisca l'entrata a scuola è in capo alla famiglia. Siamo stati elastici ma il nostro obiettivo principale è la salute pubblica". 

 

Ma Rossi rassicura, anche con ironia: "Tranquilli, non abbiamo intenzione di schierare né gli Alpini né gli Schützen e nemmeno i nostri forestali ma i dirigenti degli istituti sapranno essere molto convincenti, ne sono sicuro".

 

Tecnicamente, i dirigenti hanno in mano l'elenco aggiornato e se non martedì, dai giorni successivi ai bambini non 'conformi' alla legge sarà impedito l'ingresso a scuola. "Useremo tutto il buon senso, qui non saranno necessari i carabinieri davanti alle scuole, ma la legge dev'essere rispettata, alternative non ce ne sono". 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
09 maggio - 20:00
Trovati 57 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore, sesto giorno consecutivo senza vittime legate all'epidemia. Sono [...]
Cronaca
09 maggio - 16:26
L'allerta è scattata poco dopo mezzogiorno all'altezza del centro abitato di Castello sul territorio comunale di Terragnolo. In azione la macchina [...]
Economia
09 maggio - 17:48
Il cronoprogramma per l’entrata in servizio di Indaco “l’Amazon trentina”, Spinelli: “Abbiamo imposto tempi che sono nell’ordine di 8 [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato