Contenuto sponsorizzato

Adunata, i primi bilanci: quasi 300 persone soccorse ma anche un morto. Un alpino ha perso la vita mentre tornava a Treviso in moto

L'uomo, di 58 anni, è deceduto dopo l'incidente sulla Valsugana. Grave un 40enne che viaggiava con lui.  Presso i Punti medici avanzati sono stati 45 i codici rossi e gialli trattati poi dal pronto soccorso del Santa Chiara

Di db - 13 maggio 2018 - 12:53

TRENTO. L'Adunata degli alpini si appresta a concludere la sua ultima giornata con la sfilata ufficiale e già si fa il conto delle persone che in questi quattro giorni sono state soccorse dalla macchina sanitaria che si è dislocata in più punti della città per garantire a tutti l'accesso ai presidi di pronto soccorso.

Da quando hanno aperto i punti medici avanzati sono state visitate e dimesse 293 persone, prevalentemente codici bianchi e verdi. A questi vanno aggiunti 45 pazienti (codici rossi e gialli) che sono stati visti e gestiti dai Posti medici avanzati e trasferiti in pronto soccorso del S.Chiara per ulteriori valutazioni e accertamenti.

 

Vanno però segnalate anche le molte denunce per borseggio sporte alle Forze dell'ordine e il ritrovamento di numerosi effetti personali, tra cui molti portafogli, consegnati a polizia e carabinieri dai cittadini che li hanno trovati a terra. 

 

La notizia più tragica è però lo schianto in moto avvenuto ieri sulla strada della Valsugana. Un morto e un ferito, due alpini trevigiani che facevano ritorno a casa dall'adunata. Walter Simeoni, 58 anni, della provincia di Treviso ha perso la vita, mentre il ferito grave è un uomo di 40 anni, sempre del trevigiano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato