Contenuto sponsorizzato

Aggredisce l'amica e la rapina, fermato un 52enne di Trento

E' successo a Trento sud. L'uomo ha approfittato della conoscenza della donna per entrare in casa e chiederle dei soldi. Davanti ad un rifiuto l'ha spinta addosso ad un muro e le ha preso portafogli e cellulare

Pubblicato il - 11 settembre 2018 - 21:02

TRENTO. Approfitta della fiducia dell'amica per poi rapinarla. E' successo questa mattina a Trento e a finire nei guai è stato un 52enne italiano residente nel capoluogo, tratto in arresto dai Carabinieri.

 

L'uomo, nelle prime ore di quest'oggi, si era recato a Trento sud a casa dell'amica. Approfittando della conoscenza della donna, è riuscito ad entrare nella sua abitazione e al rifiuto di consegnargli dei soldi, sulla cui richiesta allo stato sussistono indagini, l’uomo, è andato in escandescenza.

 

In un primo momento il 52enne ha spinto la donna contro un muro e poi, impedendole di uscire dalla stanza, ha preso il suo portafogli contenente una cospicua somma di denaro ed il cellulare per poi allontanarsi a piedi dall'abitazione.

 

La donna ha iniziato ad inseguirlo ma nel tentativo di riottenere quanto asportatole, è stata nuovamente spinta dal malfattore.

 

Solo la tempestiva richiesta d’intervento rivolta ai Carabinieri ha permesso di far arrivare subito il Nucleo Operativo e Radiomobile che ha individuato e bloccato il reo, trovando nella sua disponibilità il maltolto, immediatamente restituito alla donna. Quest'ultima è stata poi accompagnata al pronto soccorso per alcune lesioni che saranno guarite in pochi giorni.

 

L’uomo è stato così arrestato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 12:01

La notizia de il Dolomiti è stata ripresa dal giornalista Berizzi, che vive sotto scorta dopo le inchieste sull'estrema destra italiana, nella sua rubrica dal titolo ''Ruoli''. E proprio sul ''ruolo'' di Andrea Asson si discuterà in consiglio provinciale quando Bisesti dovrà rispondere all'interrogazione di Zeni: può uno che commenta la scelta del sindaco di Trento di rinunciare ai Mercatini scrivendo ''portae inferi non praevalebunt'' e che spiega di essere a Roma in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Wuhan, essere il braccio destro del numero uno alla cultura e all'istruzione?

01 dicembre - 11:30

Sono 283 i contagi identificati a fronte di 3.428 tamponi per un rapporto contagi/tamponi che si attesta all'8,3%. Un dato che si divide tra i 94 positivi ai 1.185 tamponi molecolari (7,93%) e i 189 casi con 2.243 test antigenici (8,43%)

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato