Contenuto sponsorizzato

Atterraggio di emergenza a Segonzano per un elicottero del Nucleo: troppa nebbia

Il mezzo è rimasto 'parcheggiato' al campo sportivo per tutta la notte, scortato dai Vigili del Fuoco volontari. Il ferito trasferito in pronto soccorso con l'ambulanza. La mattina il decollo verso Mattarello

Pubblicato il - 18 marzo 2018 - 10:20

SEGONZANO. L'atterraggio sul campo sportivo di Segonzano non era previsto, ma l'elicottero del Nucleo trentino, il TNBB, si è dovuto fermare per forza. Il pilota ha deciso che proseguire verso Trento non sarebbe stato sicuro, troppa nebbia

 

Un elicottero, senza una visibilità accettabile, non vola. E se è in volo atterra immediatamente. Così è stato, e poco prima delle 19 di ieri l'atterraggio di emergenza. A bordo, oltre al pilota, il tecnico di volo, il tecnico elicotterista, l'infermiere e il medico. Ma anche un paziente.

 

L'infortunato, raccolto sulle piste per un incidente con gli sci in Val di Fiemme, è stato trasferito al pronto soccorso con l'ambulanza, mentre l'elicottero è rimasto tutta la notte a Segonzano, scortato dalla 'guardia attiva' dei Vigili del fuoco volontari.


"Siamo stati avvertiti dalla selettiva - spiega il comandante dei volontari Paolo Benedetti - e ci siamo subito attivati per il supporto. Dopo il trasferimento del paziente ci hanno chiesto di assicurare la sorveglianza e ci siamo subito organizzati".

 

"Siamo 25 vigili, non è stato difficile organizzare i turni. Poche ore ciascuno, e abbiamo passato la notte a chiacchierare tra noi, le assicuro che nessuno ha cercato di rubare l'elicottero", commenta sorridendo il comandante. 

 

Il recupero è avvenuto verso le sette della mattina. "Sono arrivati verso quell'ora da Trento - spiega Benedetti - e poi sono ripartiti, decollando verso Mattarello. 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato