Contenuto sponsorizzato

Auto si ribalta e finisce ruote all'aria, giovane di 26 anni finisce in ospedale

All'origine dell'incidente, probabilmente, la patina di neve che si era formata sull'asfalto di via Nazionale

Pubblicato il - 07 febbraio 2018 - 11:58

MALE'. La discesa e il sottile strato di neve depositatosi sull'asfalto nella notte hanno reso insidioso il raccordo della statale 42 e un'auto è finita letteralmente ruote all'aria. E' successo questa mattina poco prima delle 7.30.

 

Una ragazza di 26 anni era alla guida del suo mezzo e stava scendendo da Terzolas attraverso via Nazionale per immettersi sulla statale principale quando ha perso il controllo del mezzo che deve aver slittato sulla patina di neve che si era formata sull'asfalto e controsterzando ha finito per ribaltarsi. Fortunatamente la giovane ne è uscita praticamente incolume ma è stata portata comunque all'ospedale di Cles per controlli e accertamenti.

 

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco volontari di Malé che hanno dovuto mettere in sicurezza il tratto di strada e aiutare nelle operazioni di recupero del mezzo mentre la polizia ha effettuato i rilievi del caso per ricostruire la corretta dinamica di quanto accaduto.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 18:05

In una provincia, quella di Brescia, già abbastanza colpita dal virus è stata individuata la presenza della variante nigeriana. Grande preoccupazione tra i virologi, che ancora non sanno quanto sia contagiosa e se vanifichi l'effetto dei vaccini

02 marzo - 16:51

Sono stati analizzati 3.060 tamponi tra molecolari e antigenici. Sono 233 i pazienti ricoverati in ospedale di cui 42 in terapia intensiva. Oggi 234 guarigioni

02 marzo - 10:22

La pubblicità diceva "solo 0,25 cent al minuto", ma controllando sull'app emergeva la contraddizione: il vero prezzo era di 0,25 euro al minuto. Wind Mobility manda le scuse alla cittadinanza: "Ci scusiamo per il malinteso e come gesto di buona volontà abbassiamo le nostre tariffe"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato