Contenuto sponsorizzato

Aveva confezionato molotov e danneggiato i bancomat, esce dal carcere e va in comunità in attesa del processo

Lino Pallaoro, il commerciante di 54 anni di Pergine arrestato nel maggio scorso, attenderà l'udienza fissata a novembre all'interno di una struttura riabilitativa. La difesa ha convinto i giudici: "Stato psicofisico incompatibile con il carcere"

Pubblicato il - 02 September 2018 - 10:06

TRENTO. Aveva confezionato tre molotov e le aveva posizionate nella zona del mercato di piazza D'Arogno, ma sempre lui - secondo gli inquirenti - ne avrebbe fatte esplodere altre nel centro di Pergine. E sempre a lui vengono addossate le responsabilità per aver danneggiato le tastiere dei bancomat e il citofono del sindaco, sempre a Pergine.

 

Per questo nel maggio scorso Lino Pallaoro era stato arrestato con l'accusa di fabbricazione di ordigni esplosivi e danneggiamento. Subito dopo l'arresto, eseguito dalla Polizia, che con una breve indagine aveva individuato il commerciante di 54 anni, Pallaoro era stato trasferito alla casa circondariale di Spini di Gardolo.

 

Dopo tre mesi di custodia cautelare in carcere, potrà uscire. Le sue condizioni di salute psico-fisica sono molto debilitate e la difesa è riuscita a convincere i giudici: potrà attendere l'udienza preliminare fissata per il prossimo novembre in una struttura riabilitativa. Nei giorni scorsi è quindi entrato in una comunità, in attesa del processo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 13:32

Anche Futura interviene sull'ultima ordinanza di Fugatti. Paolo Zanella: "Uno smacco per il personale sanitario, stremato da mesi di duro lavoro, in affanno per coprire bisogni sanitari accresciuti, carenze d'organico strutturali e turni di colleghi che hanno contratto l'infezione"

03 December - 17:21

Gravissimo incidente nel primo pomeriggio a Belfiore, poco lontano da Verona. Due auto si sono scontrate frontalmente, con uno dei due conducenti che rimaneva incastrato nell'abitacolo. Estratto con le pinze idrauliche, l'uomo, un 80enne del paese, è deceduto. In gravi condizioni l'altro autista

03 December - 16:00

Un 37enne è stato tratto in arresto nell'ambito dell'operazione "Maestro". Al momento del blitz avvenuto martedì 1 dicembre, con cui i carabinieri di Trento hanno duramente colpito un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di stupefacenti, era irreperibile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato