Contenuto sponsorizzato

Bucate le gomme a una dozzina di auto e bruciato un cassonetto: raid vandalico a Caldonazzo

I fatti si sono svolti tra l'Ambulatorio comunale e via Asilo. I carabinieri stanno indagando e potrebbe non trattarsi di una semplice ragazzata

Pubblicato il - 09 settembre 2018 - 17:08

CALDONAZZO. Potrebbe non trattarsi di ragazzini o di semplici teppistelli. I carabinieri della compagnia di Borgo Valsugana stanno indagando su quando accaduto la scorsa notte a Caldonazzo tra il parcheggio dell'Ambulatorio comunale e via Asilo. Nella notte i residenti della zona sono stati svegliati dalle sirene dei vigili del fuoco che sono intervenuti per spegnere l'incendio di un cassonetto per la carta avvenuto nella via che scorre davanti alla scuola elementare del paese.

 

Poi, al mattino, l'ulteriore scoperta: una dozzina di auto, che erano rimaste parcheggiate all'altezza dell'Ambulatorio comunale che fa angolo tra via Brenta e via Mazzini (quella che poi si unisce proprio a via Asilo), sono state trovate con una gomma a terra. Tutte, con uno pneumatico tranciato. Subito si è scatenata la protesta degli abitanti che a questo punto chiedono interventi decisi all'amministrazione e la predisposizione di telecamere perché non sarebbe la prima volta che si verificano episodi come questo, troppo spesso derubricati a semplice ragazzate.

 

Ma quel che è accaduto la scorsa notte è di portata nettamente più impattante. Si tratta chiaramente di un vero e proprio raid vandalico e le forze dell'ordine stanno indagando sull'accaduto. Lo stanno facendo a 360 gradi ma il sospetto è che possa non trattarsi di semplici teppistelli ma di qualcuno di seriale.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

16 luglio - 08:50

La padrona si è vista entrare in casa il povero gatto dolorante. Il veterinario nel referto ha certificato che il ferimento dell’animale è stato causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina. La perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare l'arma 

16 luglio - 08:09

Dopo tre giorni di ricerche si erano perse le speranze. L'uomo, però, è riuscito a ritrovare la strada di casa. Si è presentato dai familiari in costume e infreddolito ed è stato subito ricoverato in ospedale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato