Contenuto sponsorizzato

Carabinieri con le unità cinofile dentro le aule nelle scuole, controlli in Valsugana contro lo spaccio

I controlli sono stati effettuati in numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme

Pubblicato il - 05 dicembre 2018 - 09:34

BORGO VALSUGANA. Non solo all'esterno delle scuole ma questa volta, in accordo con i dirigenti scolastici, i carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana sono entrati anche in diverse aule scolastico con le unità cinofile.

 

Le forze dell'ordine stanno portando avanti diversi controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, per un'azione di contrasto al fenomeno degli stupefacenti tra i giovani.

 

I controlli, come già detto, non si sono limitati all’esterno delle scuole, negli orari di entrata od uscita dei ragazzi. In accordo con le dirigenze scolastiche, hanno controllato, con l’aiuto di una unità cinofila del Nucleo di Bolzano, numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme.

 

Il cane, capace di fiutare la presenza di stupefacente, si è soffermato vicino agli zaini di alcuni studenti, ma le ispezioni operate dai militari, non hanno consentito il rinvenimento di sostanza stupefacente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 19:21

Fototrappolato dal forestale Tommaso Borghetti pochi giorni fa sui Lessini il maschio alfa giunto dalla Slovenia e unitosi alla femmina alfa (li si riconosce perché alzano la zampa entrambi per segnare il territorio GUARDA I VIDEO) nel 2012 spiega come la dispersione sia il segreto del successo di questi animali. ''Uno dei suoi figli nati sulle nostre montagne è stato avvistato in Slovenia. Ha fatto il percorso inverso a lui, mentre una femmina, sempre slovena, è arrivata a Paneveggio''

20 ottobre - 18:50

I sinistri a catena si sono verificati all'altezza dello svincolo che dalla strada che da Dermulo va verso Sanzeno gira per Coredo

20 ottobre - 16:05

L'uomo, un 35enne del Centro Italia, andava spesso in Val Rendena in vacanza. Poi si armava di zainetto e scarpe da trekking e invece che andare per funghi o mirtilli raggiungeva le sue piante di cannabis

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato