Contenuto sponsorizzato

Carabinieri con le unità cinofile dentro le aule nelle scuole, controlli in Valsugana contro lo spaccio

I controlli sono stati effettuati in numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme

Pubblicato il - 05 dicembre 2018 - 09:34

BORGO VALSUGANA. Non solo all'esterno delle scuole ma questa volta, in accordo con i dirigenti scolastici, i carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana sono entrati anche in diverse aule scolastico con le unità cinofile.

 

Le forze dell'ordine stanno portando avanti diversi controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, per un'azione di contrasto al fenomeno degli stupefacenti tra i giovani.

 

I controlli, come già detto, non si sono limitati all’esterno delle scuole, negli orari di entrata od uscita dei ragazzi. In accordo con le dirigenze scolastiche, hanno controllato, con l’aiuto di una unità cinofila del Nucleo di Bolzano, numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme.

 

Il cane, capace di fiutare la presenza di stupefacente, si è soffermato vicino agli zaini di alcuni studenti, ma le ispezioni operate dai militari, non hanno consentito il rinvenimento di sostanza stupefacente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 14:17

Una fototrappola è scattata questa mattina e alle 9.29 ha immortalato l'orso tra i boschi della Marzola. E' già presente il personale forestale, attivato immediatamente dopo l'evento per assicurare monitoraggio, presidio territoriale e informazione

16 luglio - 13:20

Sorprendono positivamente i rilevamenti nelle acque venete con un solo punto inquinato. Male la Lombardia, su cinque punti monitorati due sono risultati fortemente inquinati. Promossi invece a pieni voti il lago d’Iseo e quello di Santa Croce in provincia di Belluno

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato