Contenuto sponsorizzato

Carabinieri con le unità cinofile dentro le aule nelle scuole, controlli in Valsugana contro lo spaccio

I controlli sono stati effettuati in numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme

Pubblicato il - 05 dicembre 2018 - 09:34

BORGO VALSUGANA. Non solo all'esterno delle scuole ma questa volta, in accordo con i dirigenti scolastici, i carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana sono entrati anche in diverse aule scolastico con le unità cinofile.

 

Le forze dell'ordine stanno portando avanti diversi controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, per un'azione di contrasto al fenomeno degli stupefacenti tra i giovani.

 

I controlli, come già detto, non si sono limitati all’esterno delle scuole, negli orari di entrata od uscita dei ragazzi. In accordo con le dirigenze scolastiche, hanno controllato, con l’aiuto di una unità cinofila del Nucleo di Bolzano, numerose aule dell’istituto professionale Enaip di Borgo Valsugana e dell’aberghiero di Levico Terme.

 

Il cane, capace di fiutare la presenza di stupefacente, si è soffermato vicino agli zaini di alcuni studenti, ma le ispezioni operate dai militari, non hanno consentito il rinvenimento di sostanza stupefacente.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 marzo - 21:05

Gli assessori dopo aver organizzato l'evento aperto al pubblico per parlare di educazione di genere hanno blindato l'ingresso a studenti, professori, cittadini con agenti in tenuta antisommossa. Sono volate le botte e alla fine Biesesti ha riacceso gli animi decidendo di uscire dall'ingresso principale dove c'erano i manifestanti

22 marzo - 05:01

Dal ritorno di Carlo Pedergnana al sindaco di Castello Molina di Fiemme. Vengono spesso derubricate a goliardate, scherzi, errori di gioventù. Ma siamo sicuri che su certe cose sia davvero il caso di ridere? Stiamo parlando di saluti romani, bacetti al busto del Duce, tatuaggi con svastiche e fasci littori esposti con orgoglio in casa

22 marzo - 12:41

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano litigando violentemente quando è arrivata una volante della polizia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato