Contenuto sponsorizzato

Dai -25,3 gradi sul ghiacciaio del Mandrone ai -15 di Rovereto, temperature in caduta libera su tutto il Trentino

Dopo le nevicate di ieri che hanno interessato diverse zone del territorio quest'oggi, pur essendoci il sole, il clima rimane rigido

Pubblicato il - 26 febbraio 2018 - 12:45

TRENTO. Sono in caduta libera le temperature in tutto il Trentino. Dopo le nevicate di ieri che hanno interessato diverse zone del territorio quest'oggi, pur essendoci il sole, il clima rimane rigido.

 

La colonnina di mercurio segna temperature di una decina di gradi sotto lo zero. In alcuni casi, rispetto alle rilevazioni effettuate nei giorni scorsi, la differenza è anche maggiore.

 

Per quanto riguarda le minime raggiunte in Trentino, abbiamo i -25,3 al Sarca di Val Genova al Ghiacciaio del Mandrone, i 24 gradi al lago di Calaita oppure i -23,8 a Pejo.

 

Su Monte Bondone alle Viote la minima ha toccato i -14,9 gradi mentre la massima -7,3 gradi.

A stare meglio, se così si può dire, è Aldeno dove la temperatura massima registrata fino ad ora ha toccato i +3,1 gradi con una minima di -4,8 gradi. A seguire Rovereto con un massima di 2,5 gradi e Trento, a Roncafort, con 2 gradi (Qui tutte le temperature 'Ultimi dati meteo' di MeteoTrentino).

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 06:01

I numeri sembrano bocciare l'operazione ragionieristica dell'assessore nel criterio selezionato per licenziare il ddl commercio, quello delle chiusure domenicali e festive di supermercati e negozi. L'unica a salvarsi sarebbe Venezia ma solo perché ha pochi residenti. Nemmeno le grandi capitali europee come Londra e Berlino rientrerebbero nella lista di Failoni

05 luglio - 10:47

Il corpo è stato notato da un passante che ha avvisato le forze dell’ordine. Purtroppo, quando i sanitari sono intervenuti sul posto, per il 68enne non c’era più nulla da fare

04 luglio - 20:08

La prima edizione, in concomitanza con il Premio Strega, è stato assegnata ad un libro che è la summa più simpatica del sapere vitivinicolo: "La stirpe del vino" scritto a quattro mani da Scienza e da una preparatissima sua collega universitaria, Serena Imazio, specialista in indagini genetiche, che spaziano in mezzo mondo, dalla Georgia al viaggio del vitigno Marzemino verso Isera

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato