Contenuto sponsorizzato

Dal carcere perseguita la ex, denunciato per stalking

L'uomo non accettava la fine della storia con la ragazza e anche dal carcere aveva trovato il modo di mettere in atto una serie di comportamenti definiti stalking

Pubblicato il - 19 settembre 2018 - 09:04

TRENTO. Perseguitata anche dal carcere di Spini con continue telefonate e lettere. La vicenda riguarda una ragazza che ora ha deciso di denunciare per stalking l'uomo che in questi anni l'avrebbe perseguitata anche dopo che la loro storia era finita.

 

Tutto è iniziato nel 2013 quando l'uomo non si è rassegnato del fatto che la storia con la ragazza era terminata. Ecco allora che iniziano una serie di atteggiamenti che da parte della donna vengono interpretati come stalking. La situazione va avanti per diverso tempo facendo crescere sempre di più lo stato d'ansia nella donna costretta a cambiare anche le sue abitudini di vita.

 

Poi è nata una bambina e anche in questo caso l'uomo, che in quel periodo si trovava in carcere, voleva imporre il test del dna per poterla prenderla con sé, anche se la madre aveva già confermato che non era lui il padre.

 

Alla fine la situazione è diventata insopportabile e la donna ha deciso di presentare denuncia nei confronti dell'uomo, tra l'altro ancora detenuto in carcere per altri reati. L'accusa è quella di stalking e ora si andrà davanti al giudice.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 dicembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 05:01

Firmato un protocollo con l'Istituto Trentino di Edilizia Abitativa per il controllo delle condizioni economiche dei soggetti che richiedono interventi agevolativi per le politiche abitative. L'assessora Segnana: "Il lavoro delle fiamme gialle è garanzia per tutti i cittadini"

12 dicembre - 19:09

Dalla Francia la conferma dell'aggravarsi della salute del reporter. L'intervento per estrarre il proiettile risulterebbe non eseguibile. Il prete: ''Siamo vicini ai suoi cari. Quest'odio deve finire"

12 dicembre - 17:30

La capogruppo in consiglio della Lega interviene sulla necessità di realizzare l'infrastruttura e spiegare quale sarà l'iter da seguire: ''L’obiettivo della Lega e della giunta Fugatti è di uscire dall'impasse infrastrutturale degli ultimi 15 anni di autonomia mal governata dal centro sinistra autonomista''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato