Contenuto sponsorizzato

Dal carcere perseguita la ex, denunciato per stalking

L'uomo non accettava la fine della storia con la ragazza e anche dal carcere aveva trovato il modo di mettere in atto una serie di comportamenti definiti stalking

Pubblicato il - 19 settembre 2018 - 09:04

TRENTO. Perseguitata anche dal carcere di Spini con continue telefonate e lettere. La vicenda riguarda una ragazza che ora ha deciso di denunciare per stalking l'uomo che in questi anni l'avrebbe perseguitata anche dopo che la loro storia era finita.

 

Tutto è iniziato nel 2013 quando l'uomo non si è rassegnato del fatto che la storia con la ragazza era terminata. Ecco allora che iniziano una serie di atteggiamenti che da parte della donna vengono interpretati come stalking. La situazione va avanti per diverso tempo facendo crescere sempre di più lo stato d'ansia nella donna costretta a cambiare anche le sue abitudini di vita.

 

Poi è nata una bambina e anche in questo caso l'uomo, che in quel periodo si trovava in carcere, voleva imporre il test del dna per poterla prenderla con sé, anche se la madre aveva già confermato che non era lui il padre.

 

Alla fine la situazione è diventata insopportabile e la donna ha deciso di presentare denuncia nei confronti dell'uomo, tra l'altro ancora detenuto in carcere per altri reati. L'accusa è quella di stalking e ora si andrà davanti al giudice.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato