Contenuto sponsorizzato

E' morto Andrea Elena, classe 1923. Riva del Garda piange "il Baghèga"

Personaggio conosciuto a tutta la Busa, fu medaglia di bronzo al valore militare e storico presidente dell'Associazione Marinai d'Italia

Pubblicato il - 22 marzo 2018 - 09:27

RIVA DEL GARDA. "Un pezzo di Riva se ne va", così si legge sui social, e i commenti di ricordo sono molti. Andrea Elena era un'istituzione nella Busa, una figura conosciuta da tutti. Classe 1923, da poco aveva festeggiato i 95 anni, era conosciuto col soprannome "Baghèga".

 

Titolare del garage Monte Oro sulla circonvallazione, aveva fatto il marinaio incursore, da militare era stato anche in Africa. Era presidente dell'associazione Marinai d'Italia e nella sede di via Lipella passava molto tempo tra i suoi ricordi.

 

Per il suo valore militare ebbe la medaglia di bronzo e nella sua vita avventurosa non mancò lo sport. Praticò nuoto e atletica leggera, sci nautico, boxe e si dilettò anche nelle gare di macchina e moto. Riva del Garda piange oggi uno dei suoi personaggi più conosciuti

 

I funerali si terranno venerdì 23 marzo nel cimitero del Grez alle 16.30.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 13:11

L'Austria vuole tenere aperti gli impianti, mentre in Svizzera si scia già. L'epidemiologo Lopalco a Piazza Pulita si è confrontato con Corona e ha spiegato: "Un centinaio di persone ammassate vicino ad un impianto di risalita rappresentano la condizione perfetta per la trasmissione del virus. Vale più la salute o l’economia?"

26 novembre - 13:12

La sperimentazione è iniziata domenica 22 novembre, giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero, a Cicognara in provincia di Mantova che rientra nella diocesi di Cremona. Niente monetine nella cesta delle offerte, ma un pagamento tracciato attraverso bancomat e carte di credito: "E' garantito l'anonimato e si può dedurre la spesa". VIDEO ALL'INTERNO

27 novembre - 11:20

Ad essere coinvolte nel progetto promosso dalla Libera Università di Bolzano, è stata una classe della scuola primaria Nicolodi di Trento, una dell’istituto Bachlechner di Brunico e un gruppo di bambini giapponesi coetanei

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato