Contenuto sponsorizzato

Francesca Boni è scomparsa a Venezia, le ricerche in tutto il Triveneto

La donna, di 44 anni, ha fatto perdere le sue tracce il 10 aprile. Da quel momento non s'è saputo più nulla. Le forze dell'ordine indagano a 360 gradi in tutto il Nord-Est

Pubblicato il - 27 aprile 2018 - 13:04

VENEZIA. Si chiama Francesca Boni, ha 44 anni, è originaria di Verona anche se da tempo vive a Venezia. E' scomparsa più di due settimane fa dalla città della Laguna e da allora si sono perse completamente le tracce. Ci è stato chiesto aiuto, di diffondere la notizia, cercando, così, di coprire il più possibile la zona del Triveneto e allora eccoci qua. 

 

La donna è scomparsa il 10 aprile quando l'ultimo segnale del cellulare è stato rintracciato in zona Palazzo Balbi a Venezia. Da quel momento forse qualche scambio con qualche parente, ma ancora da accertare, e poi più nulla. Il silenzio assoluto. Le forze dell'ordine indagano a 360 gradi, anche se allo stato attuale l'ipotesi più accreditata sembrerebbe essere quella di un possibile allontanamento volontario. La città di origine della donna è Verona ma le ricerche sono concentrate su tutta l'area del Triveneto.

 

A chiedere aiuto la sorella Anna Boni che ha postato su Facebook l'appello.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato