Contenuto sponsorizzato

Frontale in mezzo a Corso III Novembre a Trento, traffico in tilt

E' successo poco dopo le 11 tra via Vittorio Veneto, Corso 3 Novembre e via Milano. Ambulanza e carabinieri sul traffico. Viabilità veicolare in difficoltà 

Pubblicato il - 27 September 2018 - 11:28

TRENTO. Incidente alle porte del centro a Trento, un frontale avvenuto in corso 3 Novembre e viabilità in tilt. 

 

E' successo poco dopo le 11 all'incrocio tra via Vittorio Veneto e Corso 3 Novembre, secondo le prime ricostruzioni alla base dell'incidente ci sarebbe una mancata precedenza

 

Un'auto proveniva da via Milano e dopo il semaforo ha svoltato a sinistra per immettersi sulla strada principale, ma la corsa è terminata contro una vettura che voleva effettuare la stessa manovra, ma arrivava che da via Vittorio Veneto.

 

I conducenti delle automobili si sono accorti tardi però di aver occupato entrambi la strada e l'impatto è stato inevitabile.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza e carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico in forte difficoltà a causa della posizione delle vetture nel mezzo di una delle principali arterie cittadine.

 

Fortunatamente la velocità delle vetture non era elevata, un po' di paura e qualche botta, ma i conducenti delle vetture non hanno riportato ferite.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato