Contenuto sponsorizzato

Giorgio Conci ha perso la vita nei boschi mentre recuperava gli alberi schiantati dal maltempo

E' successo a Centa San Nicolò. Sul posto i sanitari che non hanno potuto far altro che constatare la morte avvenuta per cause naturali

Pubblicato il - 13 novembre 2018 - 11:43

CENTA SAN NICOLO'.  E' Giorgio Conci, assicuratore di Caldonazzo, l'uomo di 51 anni morto questa mattina per un malore mentre stava caricando sul suo trattore i tronchi degli alberi schiantati durante il maltempo. Si trovava nelle sue proprietà di Centa San Nicolò, sulla stradina che porta a Maso Fontai.

 

Uscito di casa la mattina presto, aveva deciso di lavorare nel bosco prima di recarsi al lavoro. Vero le 9.30 la scoperta del corpo accasciato a terra, vicino al trattore ancora acceso. L'uomo, presumibilmente, sentendosi male è sceso dal mezzo per poi cadere a terra lì vicino. 

 

L'allarme è stato lanciato da alcuni passanti e sul posto si sono portati subito le ambulanze e i vigili del fuoco. Anche l'elicottero sanitario ha immediatamente raggiunto la zona, ma i medici rianimatori non hanno potuto che constatare la morte. 

 

In un primo momento si pensava ad un infortunio causato da un incidente con il mezzo agricolo, ma sembra che il decesso sia invece avvenuto per cause naturali. Sul posto anche i carabinieri che, per l'asportazione della salma, hanno aspettato il nulla osta del magistrato di turno. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 gennaio - 17:39

Le Stelle alpine prendono in considerazione l'ultima analisi di Bassi, il quale ha esaminato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss. La lettera del segretario politico del Patt: "Il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? E se così non fosse cosa intende fare, presidente Fugatti, per correre ai ripari e ripristinare la verità?"

18 gennaio - 17:45

Nelle ultime 24 ore analizzati 708 tamponi. Sono stati comunicati altri 14 decessi a causa di Covid-19. Trovati 56 positivi tra tamponi molecolari e test antigenici, confermate 57 positività riscontrate nei giorni scorsi. Sono 107 le guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato