Contenuto sponsorizzato

Giugno difficile per gli orsi, due investimenti e ritrovati i resti di un esemplare

Si tratta di un periodo in cui il picco della stagione degli amori volge verso il termine. Molteplici sono stati gli avvistamenti, anche di femmine con cuccioli al seguito

Pubblicato il - 11 luglio 2018 - 11:28

TRENTO. Sono due i casi di investimento di orsi da parte di veicoli che si sono verificati nel mese di giugno. Uno in località Vecchio Mulino in valle dei Laghi e uno in Valle del Chiese.

In entrambi i casi gli automobilisti non hanno riportato ferite. I sopralluoghi effettuati successivamente non hanno consentito di accertare la sorte degli orsi che si sono allontanati subito dal luogo dell’impatto, come è stato possibile appurare tramite i cani da orso che ne hanno seguito le tracce olfattive.
 

Sempre nel mese di giugno, fanno sapere dal servizio Grandi carnivori della Provincia di Trento, sono stati ritrovati anche i resti di un plantigrado.

E' successo il 16 giugno non lontano da Mostizzolo (tra val di Sole e val di Non). Non è stato possibile risalire alla causa di morte dell’animale; verranno tuttavia effettuate delle analisi genetiche sui reperti, per capire di quale individuo si tratti.

 

Non sono mancati, inoltre, gli avvistamenti. Gli orsi nel mese di giugno hanno continuato ad essere attivi nel territorio di presenza. Si tratta della stagione in cui il picco della stagione degli amori volge verso il termine. Molteplici sono stati gli avvistamenti, anche di femmine con cuccioli al seguito; tra le segnalazioni, quella della femmina con 4 cuccioli che è stata avvistata e ripresa con un video, sopra la cittadina di Arco, in Val di Tovo.


Nella notte tra il 21 e il 22 giugno è stata infine catturata in Val Genova, e dotata di radiocollare per intensificare il monitoraggio, un’orsa dal comportamento confidente (F20).

 

Per quanto riguarda i lupi, invece, sono stati monitorati regolarmente nelle aree di presenza stabile dei branchi (Val di Fassa, alta val di Non, destra Valsugana, Pasubio, Carega, Lessinia). Alcune segnalazioni sono pervenute anche dalla zona del Lagorai dove si sono verificate predazioni su domestici. E' costante l’attività di monitoraggio, sopralluogo, assistenza agli allevatori e fornitura di misure di prevenzione a chi ne fa richiesta.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato