Contenuto sponsorizzato

Ha un malore mentre è alla guida e l'auto finisce nell'altra carreggiata. Frontale a Villazzano

L'incidente è avvenuto intorno alle 18.10 sulla strada che sale dalla città verso la collina. Sul posto due ambulanze

Pubblicato il - 23 ottobre 2018 - 19:19

TRENTO. Un malore, la macchina che sbanda e il frontale contro l'auto che proveniva nell'altra direzione. Un incidente ha messo in grande difficoltà la viabilità sulla Sp204 quella che da Trento sale verso Villazzano poco prima della rotonda che porta al paese. Intorno alle 18.10 su via Tambosi, praticamente all'altezza della farmacia di Villazzano, due auto si sono scontrate frontalmente in maniera molto violenta.

 

La causa è da ricondurre a un malore avuto dalla persona alla guida del mezzo che dalla città saliva verso la collina. Il mezzo ha allargato la traiettoria invadendo l'altra corsia e finendo per impattare contro il muso di un'altra auto che stava scendendo. Fortunatamente questo secondo mezzo aveva appena percorso la rotonda e quindi la sua velocità era piuttosto ridotta e quindi le persone a bordo delle macchine non hanno riportato gravi conseguenze.

 

Sul posto, comunque, sono stati chiamati i vigili del fuoco di Trento e di Villazzano, due ambulanze e le forze dell'ordine anche per gestire il traffico. Tre le persone coinvolte nell'incidente. Una di queste, un ragazzo di 21 anni, ha rifiutato il trasporto. Le altre due sono state portate al Santa Chiara a scopo precauzionale. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 19:42

Se le opposizioni politiche sono subito intervenute per manifestare un grande sconcerto per il taglio da 5 milioni di euro, le associazioni sono uscite frastornate nel leggere il provvedimento. "Non vogliamo fare polemica - dice Anzi - ma la richiesta è quella di confrontarsi con l'assessore e il servizio perché la delibera lascia ancora molti aspetti da chiarire

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato