Contenuto sponsorizzato

In tre colpi avevano messo a segno un bottino da 25 mila e oltre 3 mila skipass, nei guai un 23enne e un 26enne

Nel mirino le biglietterie di Fondo Grande, Fondo Piccolo e Serrada della società impianti Folgaria Ski

Pubblicato il - 14 aprile 2018 - 23:14

FOLGARIA. Avevano messo insieme un bottino di circa 25 mila euro e oltre 3 mila Key card skipass, 3.346 per l'esattezza. Nel mirino le biglietterie di Fondo Grande, Fondo Piccolo e Serrada della società impianti Folgaria Ski.

 

Le indagini dei carabinieri di Rovereto hanno portato a identificare i presunti autori della raffica di furti portati a termine tra il 27 dicembre, il 22 gennaio e l'11 febbraio scorso.

 

Nei guai un 26enne di origine albanese e residente da tempo in Vallagarina e un 23enne trentino.

 

Il 26enne è stato arrestato in quanto ritenuto responsabile del tentativo di furto ai danni del bar 'La Pendena', sempre consumato la sera dell'11 febbraio, mentre il 23enne è stato denunciato a piede libero. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 16:16
Il totale resta quindi a 5.495 casi e 470 vittime da inizio epidemia. Sono 4.983 i guariti da Covid-19. Sono stati analizzati 1.196 (340 letti da Apss, 584 da Cibio e 272 da Fondazione Mach) tamponi, nessun test è risultato positivo
05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato