Contenuto sponsorizzato

"Manifesti abusivi", stop della polizia locale agli alpini che prenotano nei parchi della città

Sono tre i casi fino ad oggi  sui quali è intervenuta la polizia locale. Sabato scorso è successo a Maso Ginocchio con gli alpini di Calvisano. Altri due episodi ai giardini Duca d'Aosta

Foto: giornaledibrescia.it
Di gf - 03 May 2018 - 19:49

TRENTO. Mancano pochi giorni per l'avvio della 91esima Adunata degli alpini e sono ormai agli sgoccioli i posti nelle aree destinate all’ospitalità delle penne nere che si stanno organizzando per arrivare da tutta l'Italia.

 

Chi non trova nessuno spazio cerca di arrangiarsi come può ed è il caso degli alpini di Calvisano che sabato scorso, infatti, dopo essere arrivati a Trento, come riportato dal giornale di Brescia, hanno deciso di affiggere dei cartelli all’interno del parco di Maso Ginocchio per «prenotare» uno spazio dove sistemare le tende.

 

Peccato però che le regole, soprattutto quelle sui luoghi per installare le tende, sono molto rigide. E' infatti vietato campeggiare nelle aree verdi e all’interno dei parchi della città. Ecco allora che ad intervenire sono stati gli agenti della polizia locale di Trento che nel verificare il parco si sono accorti dei cartelli abusivi con la scritta: “Alpini Calvisano”.

 

Non è stato questo l'unico caso. “Abbiamo trovato altri cartelli – hanno spiegato dalla polizia locale di Trento – al giardino Duca D'aosta attaccati da due gruppi di alpini”. Anche in questi ultimi casi gli agenti hanno provveduto a toglierli.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
25 ottobre - 06:01
Sono diverse le zone scoperte sul fronte dei medici di base, una categoria in difficoltà. Ma non sono le uniche criticità per quanto riguarda il [...]
Cronaca
25 ottobre - 08:25
Due giovani 20enni sono rimasti bloccati in montagna dopo aver provato ad affrontare un percorso alternativo al sentiero classico
Cronaca
25 ottobre - 08:10
Le cause all’origine dell’incendio non sono ancora note il Corpo Permanente di Bolzano sta svolgendo le indagini in merito
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato