Contenuto sponsorizzato

Minorenni rubavano profumi nei negozi e li nascondevano in una borsa frigo: pedinati e fermati

Nella borsa erano custoditi diversi prodotti, alcuni dei quali di elevato valore commerciale. Sono stati notati da un operatore della polizia giudiziaria che stava passando per quella zona a piedi e ha iniziato a pedinarli

Pubblicato il - 18 gennaio 2018 - 13:02

MERANO. Tre cittadini extracomunitari minorenni tra i 16 e i 17 anni sono finiti nei guai per furto aggravato.

 

I tre ragazzi, due algerini e un tunisino, privi di un regolare permesso di soggiorno, stavano curiosando insistentemente all'ingresso di vari negozi sotto i portici di Merano, quando sono stati notati da un operatore della polizia giudiziaria che stava passando per quella zona a piedi. Quest’ultimo, stando a distanza ravvicinata, ha cominciato a pedinarli.

 

Un giovane reggeva una borsa per prodotti surgelati visibilmente piena di oggetti. Al passaggio di una pattuglia della polizia di Merano, il gruppo di ragazzi ha cambiato improvvisamente direzione e ha cercato di disfarsi della borsa, nascondendola tra delle biciclette parcheggiata lungo la strada.

 

Nella borsa erano custoditi diversi prodotti di profumeria con confezione integra, alcuni dei quali di elevato valore commerciale. L’operatore ha immediatamente segnalato quanto stava accadendo agli agenti della polizia municipale in transito in quel momento e, dopo aver recuperato la refurtiva, i tre autori del furto sono stati accompagnati presso il commissariato di Merano per essere identificati. 

 

La refurtiva recuperata è stata restituita alla titolare di una nota profumeria del centro storico meranese, mentre i giovani sono stati denunciati a piede libero.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 05:01

A sinistra sembra cominciato il gioco più amato di quest'area politica: la tafazziana scissione. Il partito di Boato e Coppola probabilmente conta di sfruttare l'onda lunga dei movimenti ambientalisti in Europa ma proprio nome e simbolo rischiano di renderli poco attrattivi e di legarli a vecchie logiche. Molto dispiaciuto il presidente di Futura: ''Non sarà una lista in più a darci maggiore chance di vittoria''

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato