Contenuto sponsorizzato

Non rilascia scontrini e si intasca i soldi del locale, nei guai un 44enne

L'uomo è accusato di appropriazione indebita. Parte lesa la socia 

Pubblicato il - 06 maggio 2018 - 13:38

TRENTO. In meno di sei mesi, da dicembre 2015 a maggio 2016, era riuscito a far sparire ben 15 mila euro dalla cassa di un pub in valle di Non. A finire nei guai è stato un socio 44enne di origine napoletana.

 

Secondo le accuse che gli sono state rivolte, quando incassava i soldi dai clienti, non faceva lo scontrino e se li intascava. Da un iniziale scontro tra soci si è arrivati ora in tribunale dove l'uomo, accusato della sparizione di circa 15 mila euro, è accusato di appropriazione indebita.

 

Parte lesa è invece l'altra socia, amministratore unico della società e legale rappresentante. Ai primi sospetti che qualcosa non andasse è stata la donna ad aumentare l'attenzione e a raccogliere i vari indizi che hanno portato all'uomo. Quest'ultimo non sarebbe mai dovuto essere dietro al bancone ma invece in diverse occasioni si è trovato addirittura alla cassa dove un po' alla volta è riuscito ad intascarsi il bottino. Ora dovrà rispondere davanti al giudice.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato