Contenuto sponsorizzato

Conserva mezzo milione di euro nel vano sella del motorino: imprenditore derubato. Nei guai gli zii della sua compagna

Le mazzette sparite dallo scooter parcheggiato in garage. La zia, accusata in un primo momento, risarcisce e patteggia. E dà la colpa all'ex marito, ora a processo. Ma lui respinge ogni accusa

Pubblicato il - 10 February 2019 - 12:03

TRENTO. Un colpo coi fiocchi. Sarebbe stato messo a segno nel 2016 ai danni di un imprenditore della val Rendena a cui sarebbe stato sottratto circa mezzo milione di euro. Nei guai era finita la zia della sua compagna. Ora a processo è anche l'ex marito della zia.

 

Nel dettaglio si tratterebbe di 510.000 euro che sarebbero spariti da un garage di Trento. Ma andiamo con ordine: il denaro sarebbe stato conservato, diviso in mazzette, in una cassaforte e, successivamente, trasferito dalla compagna dell'uomo d'affari in un nascondiglio non proprio perfetto, il vano sotto la sella di un motorino, tenuto nel garage dell'abitazione cittadina del titolare dell'azienda.

 

Ma qualcuno lo avrebbe scoperto e  il denaro è poi sparito.

 

Nei guai in relazione all'episodio era finita la zia della compagna dell'imprenditore che, dopo un risarcimento di oltre 54.000 euro, a maggio ha chiuso il procedimento a suo carico con un patteggiamento.

 

Ma qualche tempo dopo la donna avrebbe chiesto di poter parlare con la nipote, la compagna dell'imprenditore. Le avrebbe detto di aver dato il malloppo al marito (ora ex) che avrebbe a sua volta speso il denaro per delle ristrutturazioni. L'uomo è finito a processo con l'accusa di furto. Ma il suo avvocato respinge ogni accusa: si tratterebbe, secondo la versione della difesa dell'uomo, di una vendetta della sua ex.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 December - 11:18

Calano i ricoveri nei normali reparti dell'ospedale e in terapia intensiva. Il rapporto contagi/tamponi si attesta intorno al 10%. Sono stati trovati 90 positivi con il test antigenico

03 December - 15:38

L’obiettivo è quello di far uscire il documentario l’anno prossimo in occasione del 28 giugno, anniversario della morte di Angelo Bettini, avvocato roveretano socialista e antifascista trucidato dai nazisti. La regista Katia Bernardi: “Fra i protagonisti anche Renato Ballardini, uno dei testimoni, dell'eccidio che ricorda tutto della notte in cui uccisero i suoi amici di Riva del Garda”

04 December - 08:50

In questi mesi di emergenza sono già state diverse le situazioni che presentano similitudini nel modo di agire della Giunta provinciale. Si guarda il momento senza un'idea di pianificazione futura di quanto fare oggi per ripartire di slancio domani

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato