Contenuto sponsorizzato

Passa il Tour of the Alps, si forma coda in tangenziale e un'auto vola nel cantiere

E'successo lunedì 16 aprile scorso. Il conducente della vettura per evitare un tamponamento ha perso il controllo del mezzo per finire nel cantiere dove dovrebbe sorgere il futuro Not

Pubblicato il - 18 aprile 2018 - 12:58

RAVINA. Tanta paura in tangenziale a Ravina lunedì 16 aprile, quando un automobilista è finito fuori strada per piombare nel cantiere dove dovrebbe sorgere il Not

 

Il conducente della vettura è rimasto sorpreso dall'improvvisa coda: la tangenziale era, infatti, congestionata e le strade momentaneamente chiuse per far transitare la prima tappa del Tour of the Alps.

 

A quel punto l'uomo alla guida del mezzo ha cercato di frenare per evitare di tamponare l'auto davanti, ma ha sbagliato manovra e perso il controllo della vettura per piombare nel cantiere.

Dopo un volo di diversi metri e essersi rovesciata diverse volte, l'auto ha fermato la propria corsa su un lato.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, i vigili del fuoco permanenti di Trento, il corpo volontario di Ravina e le forze dell'ordine.

 

Fortunatamente solo tanto spavento, le persone a bordo dell'auto sono uscite praticamente illese dall'abitacolo, ma sono state trasportate all'Ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 15:00

E' successo poco prima di mezzanotte, sul posto  una volante della squadra mobile e la polizia locale. Due denunce 

16 luglio - 13:01

Dopo i tanti comitati locali e associazioni ambientaliste intervenuti per denunciare i pesanti interventi sulle montagne di Cortina, anche il Cai Veneto ha deciso di scendere in campo lanciando un allarme per la "pressione ambientale insostenibile" sulle montagne di Cortina. Nelle settimane scorse, i mondiali di sci erano stati confermati per il 2021

16 luglio - 13:05

Questi paesi si aggiungono a Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana e il divieto comprende tutti i mezzi di trasporto. Restano però aperti i collegamenti con gli Stati Uniti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato