Contenuto sponsorizzato

Paura a Folgaria, un boscaiolo è stato colpito da un grosso ramo. Trasportato in elicottero al Santa Chiara

L'incidente è avvenuto attorno alle 11.30. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari di Folgaria, l'ambulanza e l'auto sanitaria 

Pubblicato il - 17 luglio 2018 - 13:39

FOLGARIA. Paura questa mattina attorno alle 11.30 per un boscaiolo che si trovava nel bosco in zona Forte Cherle. Una struttura costruita a quota 1445 metri in località Malga Cherle, sull'Altopiano dei Fiorentini, e che nella prima guerra mondiale serviva da sbarramento dell’altopiano di Folgaria. 

 

L'uomo, di 48 anni, era al lavoro quando è rimasto vittima di un incidente. Secondo le testimonianze si trovava all'aperto, vicino a degli alberi per fare della legna. Mentre stava tagliando uno di questi alberun ramo di grandi dimensioni si è staccato all'improvviso andandolo a colpire

 

 

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari di Folgaria, un'ambulanza, l'auto sanitaria e l'elicottero. L'uomo, soccorso sul posto, ha riportato ferite lievi ed è stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato