Contenuto sponsorizzato

Paura in una struttura protetta, 60enne minaccia con l'accetta gli agenti della polizia locale

L'uomo di 60 anni gli era stata sospesa l'accoglienza per il mancato rispetto delle regole. Sabato è tornato nella struttura per prendere alcuni suoi oggetti personali e alcuni documenti

Pubblicato il - 23 ottobre 2018 - 08:39

MEZZOCORONA. Paura a Mezzocorona in una struttura protetta dove un uomo di 60 anni gli era stata sospesa l'accoglienza per il mancato rispetto delle regole. Sabato l'uomo è tornato nella struttura per prendere alcuni suoi oggetti personali e alcuni documenti. Ha suonato il campanello ma non gli è stato aperto. Sul posto, in quel momento, non era presente nessuno.

 

Ecco allora che il 60enne, in preda alla rabbia, ha deciso di scendere in cantina per munirsi di accetta ed entrare in casa utilizzando questo strumento. Un ospite, arrivato sul posto, si è accorto di quello che stava accadendo e vedendo l'uomo con l'accetta ha dato immediatamente l'allarme.

 

Sul posto si sono portati gli agenti della polizia locale Rotaliana – Königsberg. Il 60enne, sempre in preda alla rabbia, si sarebbe scagliato anche contro gli agenti che però dopo un po' sono riusciti a calmarlo.

 

Sul posto si sono poi portati i carabinieri e l'uomo è stato arrestato. Ieri mattina si è svolto il processo per direttissima e l'udienza si è concluso con un patteggiamento a sei mesi. L'uomo ha l'obbligo di dimora.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 13:11

L'Austria vuole tenere aperti gli impianti, mentre in Svizzera si scia già. L'epidemiologo Lopalco a Piazza Pulita si è confrontato con Corona e ha spiegato: "Un centinaio di persone ammassate vicino ad un impianto di risalita rappresentano la condizione perfetta per la trasmissione del virus. Vale più la salute o l’economia?"

27 novembre - 13:14

Lo ha deciso il consiglio comunale dopo le tante prese in giro per il nome. Il paesino dal primo di gennaio si chiamerà Fugging 

27 novembre - 11:20

Ad essere coinvolte nel progetto promosso dalla Libera Università di Bolzano, è stata una classe della scuola primaria Nicolodi di Trento, una dell’istituto Bachlechner di Brunico e un gruppo di bambini giapponesi coetanei

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato