Contenuto sponsorizzato

Perde il controllo della moto e sbatte violentemente a terra, centauro trasportato in elicottero all'ospedale

E' successo lungo la strada provinciale 31 da Molina di Fiemme al passo Manghen. Ambulanza, elicottero, vigili del fuoco e carabinieri sul posto

Pubblicato il - 31 May 2018 - 18:11

MOLINA DI FIEMME. Incidente intorno alle 16.30 lungo la strada provinciale 31, quando un motociclista è finito a terra.

 

L'uomo, un turista tedesco, stava guidando da Molina di Fiemme in direzione del passo Manghen, ma all'altezza della località Piazzol ha perso il controllo della propria moto.

 

A quel punto il centauro è finito a terra per sbattere violentemente sull'asfalto.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza e elicottero, i vigili del fuoco volontari di zona e i carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

Dopo le prime cure, l'uomo è stato stabilizzato e trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento.

 

Il centauro non sembra in pericolo di vita, anche se secondo le prime informazioni ha riportati diversi traumi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 March - 18:34

Dallo studentato di San Bartolameo l’appello di Sara che si fa portavoce di un gruppo di studenti: “Nessuno parla della responsabilità della struttura. Avevamo denunciato la festa, ma nessuno del personale era intervenuto”. Fontana: "Non escludiamo alcuna colpevolezza. Oggi però pensiamo ai tamponi. Anche i negativi rimarranno in quarantena finché non sarà scongiurato il pericolo"

07 March - 18:33

L'allerta è scattata a San Giovanni di Fassa. Il macchinario ha travolto e schiacciato una 72enne. In azione la macchina dei soccorsi

 

07 March - 16:05

Nella vicenda interviene anche Slow food Trentino Alto Adige, struttura autonoma con personalità giuridica propria, associata a Slow food international, rappresentata da Sergio Valentini. Questa realtà si è costituita ad adiuvandum. Il Comitato è assistito dagli avvocati Vanni Ceola e Federico Fedrizzi, mentre Slow food è rappresentata dagli avvocati Elina Scotti e Raffaele Bifulco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato