Contenuto sponsorizzato

Rubano un'auto, feriscono dei poliziotti, fanno un incidente e vanno in ospedale. Qui ritrovano gli agenti che li arrestano

Un uomo è stato arrestato mentre due minorenni sono stati denunciati all'autorità giudiziaria

Pubblicato il - 20 febbraio 2018 - 18:39

BOLZANO. In un primo momento hanno cercato di investire con un'auto rubata  un agente della polizia e poi sono scappati. Durante la fuga finiscono, però, con il mezzo rubato contro un muretto e feriti si dirigono al pronto soccorso. Qui, però, incontrano i poliziotti che in precedenza avevano cercato di investire e vengono arrestati.

 

E' stata una notte movimentata quella appena trascorsa per la squadra volante della Questura di Bolzano che ha arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un ventenne, con numerosi precedenti di polizia per reati di furto, ricettazione, armi e droga e ha denunciato due minorenni all’Autorità giudiziaria per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

 

L'intervento degli agenti è avvenuto in via Lungo Adige in seguito ad una segnalazione di tre persone che con delle torce si aggiravano nei pressi di un’automobile, poi risultata rubata.

 

I poliziotti hanno subito intercettato l’auto segnalata con a bordo un giovane, già noto per i suoi numerosi precedenti, che, visti gli uomini in divisa, ha fatto salire un’altra persona a bordo e, per sottrarsi al controllo, ha cercato di investire uno degli operatori.

 

Quest’ultimo, soltanto grazie alla sua agilità e alla sua prontezza di riflessi, è riuscito a saltare e ad aggrapparsi prima al cofano motore e poi al parabrezza, evitando la collisione delle gambe. Le due persone a bordo dell’auto, dopo l’impatto con un muretto e con una delle volanti, si sono date alla fuga, percorrendo strade diverse, sempre inseguite dagli operatori.

 

Un’altra pattuglia, giunta sul posto in ausilio, ha intercettato un terzo occupante che stava cercando di scappare e che si opponeva in maniera anche violenta agli operatori per non essere fermato. Dopo aver bloccato il giovane diciassettenne, gli operatori intervenuti che hanno riportato traumi e lesioni si sono recati al pronto soccorso dell’ospedale di Bolzano per ricevere le cure mediche necessarie.

 

Proprio nei locali del pronto soccorso i poliziotti hanno notato un giovane sporco di fango che tentava di nascondersi il viso. Si trattava, infatti, di uno dei due che erano fuggiti. Nei bagni dell’ospedale i poliziotti hanno intercettato anche il terzo uomo, l’unico maggiorenne, che, oltre a negare ogni addebito e a rifiutare di seguire i poliziotti in Questura per la compilazione degli atti di rito, ha cominciato ad agitarsi e a colpirli.

 

Per questo motivo è stato tratto in arresto per resistenza ad un pubblico ufficiale ed è stato condotto nella Casa Circondariale di Bolzano, dove è stato posto a disposizione dell’Autorità giudiziaria. I due minorenni, invece, sono stati denunciati per i reati di ricettazione e di resistenza ad un pubblico ufficiale e sono stati affidati ai rispettivi genitori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 luglio - 19:27

Dopo la boutade di Sgarbi che aveva definito il planetario “tre palle su un prato” ecco la mossa del Muse che incassa già alcuni endorsement importanti come quello dell’astronauta Samantha Cristoforetti: “Evento importante per la città di Trento e non solo”. Lanzinger: “Un unicum per tecnologia e innovazione”

21 luglio - 12:18

La storia della squadra di calcio che è diventata un esempio di inclusione e dialogo interculturale vista attraverso gli occhi di Youness Et-tahiri che per un anno ha giocato con il team di Trento e che adesso sta per trasferirsi in un altro club, ma che fa sapere: “Questo è solo un arrivederci”

21 luglio - 19:00

Il consigliere dei Verdi non ha votato il Prg ed è uscito dall'aula puntando il dito contro la maggioranza che ha accettato l'emendamento arrivato dai banchi della minoranza. "In una fase di cambiamenti climatici enormi, dove lo zero termico si alza sempre più e noi insistiamo con le politiche turistiche legate allo sci in luoghi che fra 10/15 anni non avranno più le condizioni per avere la neve"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato