Contenuto sponsorizzato

Sale sul poggiolo con una torcia in mano e cerca di forzare una finestra per rubare. Arrestato un 44enne

L'uomo è stato scoperto da una donna che si trovava in casa ed ha immediatamente chiamato i carabinieri

Pubblicato il - 12 February 2018 - 10:48

BASELGA DI PINE'. Si trovava sul poggiolo con la torcia e cercava di forzare la finestra per entrare in una casa e rubare. Non ha fatto però i conti con chi ci viveva. A finire nei guai e agli arresti domiciliari è stato un 44enne italiano.

 

Il fatto è avvenuto a Baselga di Pinè dove l'uomo stava cercando di entrare in casa ma è stato scoperto da una donna che ci abitava. Quest'ultima ha prontamente chiamato il 112 e sul posto si è portata immediatamente una volante dei carabinieri di Borgo Valsugana.

 

Giusto in tempo per vedere l’uomo ridiscendere lungo la palazzina nel tentativo di fuggire. Raggiunto quasi subito, i militari hanno fermato il 44enne, vecchia conoscenza poiché pluripregiudicato con reati specifici contro il patrimonio.

Con l’aiuto dei carabinieri della Stazione di Baselga di Pinè, giunti in rinforzo, si è quindi proceduto alla perquisizione personale e l'uomo è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso e di una pila mentre, alla successiva perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti orecchini in oro, denaro ed altri oggetti che si ritengono di provenienza illecita e che sono stati posti sotto sequestro penale.

 

Si cercherà ora di risalire ai proprietari, tramite le denunce di furto sporte in zona.

 

L’uomo, condotto in caserma, è stato dichiarato in stato di arresto e condotto in regime di detenzione domiciliare presso la sua abitazione.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 11:19

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione in rianimazione. Oltre 8 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 559 le vittime nella seconda ondata 

26 January - 12:54

In quella zona sono state ritrovate tracce di sangue attribuite dai Ris a Peter Neumair, il 63enne scomparso insieme alla compagna, Laura Perselli, a inizio gennaio. Dispiegamento di forze per un'analisi approfondita

26 January - 05:01

Nell'arco di due settimane si dovrebbe completare la seconda fase di somministrazione nelle Rsa Trentine. Nei prossimi giorni è stato chiesto un tavolo con la Provincia per ridiscutere assieme i protocolli di sicurezza e consentire una riapertura graduale delle strutture consentendo anche un ritorno degli abbracci

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato