Contenuto sponsorizzato

Schianto a Zambana, muore Omar Bouzellif

L'uomo da tempo viveva a Taio assieme alla moglie e a due figli di 3 anni e un anno e mezzo

Pubblicato il - 09 giugno 2018 - 08:44

ZAMBANA. E' Omar Bouzellif di 46 anni l'uomo che è morto nel terribile scontro che è avvenuto ieri pomeriggio poco dopo le 17 sulla provinciale 235, tra Zambana e Nave San Rocco.

 

Omar, residente a Taio sposato e con due figli di tre e un anno e mezzo, era a bordo della sua Ford Fiesta e stava procedendo verso la Piana Rotaliana. Poco dopo la rotatoria che porta a Zambana Vecchia il terribile impatto con un furgone bianco che proveniva dal senso opposto.

Scontro frontale a Zambana

Uno scontro che ha praticamente distrutto la Ford Fiesta facendo rimanere incastrato nelle lamiere il 46enne. Immediatamente sono stati allarmati i soccorritori che si sono portati sul posto. Ad intervenire i vigili del fuoco di Nave San Rocco e di Lavis in supporto alla polizia locale. I sanitari sono invece intervenuti con due ambulanze e un elicottero.

 

I vigili del fuoco sono arrivati sul luogo dell'incidente con le pinze idrauliche per liberare il corpo di Omar Bouzellif dalle lamiere. Troppo gravi, però, le ferite che ha riportato, nulla da fare per lui. 

 

Ad intervenire anche i carabinieri per la ricostruzione della dinamica dello scontro. Secondo una prima ricostruzione la macchina del 46enne avrebbe invaso improvvisamente la corsia opposta, forse per distrazione e a causa di un malore, e si sarebbe scontrata con il furgone che non è riuscito ad evitare l'impatto.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 19:05

Nel pomeriggio si è riunita la sala operativa della Protezione civile. In arrivo sono previste abbondanti precipitazioni che rischiano di appesantire i manti nevosi, già a rischio scivolamento a quote medio-alte, e di portare i corsi d'acqua al di sopra della soglia d'attenzione. La situazione dovrebbe cambiare nella serata di domani

18 novembre - 20:43

Anche nel resto dell’Alto Adige la situazione resta critica: nelle prossime ore si attendono nuove precipitazioni con neve fino a 500 metri. Il Centro operativo provinciale: "Pericolo idro-geologico, manteniamo lo stato di pre-allarme". ALTRE FOTO ALL'INTERNO

18 novembre - 19:55

Terminate le ricerche della cagnolona che sabato era precipitata da cima Mandriolo. In migliaia hanno scritto ai padroni per sostenerli e per esprimere loro vicinanza e solidarietà ma oggi le operazioni si sono concluse. ''Questo post anche per testimoniare quante meravigliose persone ci abbiano aiutato e supportato, solo per il desiderio di farlo e per esserci vicini''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato